CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Il catalogo identifica, dissemina e facilita la trasferibilità di esperienze di promozione e prevenzione della salute caratterizzate da un'esplicita attenzione al contrasto delle disuguaglianze.
Le esperienze sono descritte in schede sintetiche che è possibile selezionare a partire dalla tabella sottostante o dalla casella di ricerca guidata.

Tutorial


Area tematicaTarget
Bambini (di età 0-18 anni)Persone anzianeMigranti/gruppi etniciDonnePersone con disabilitàTutta la popolazione di un' area/quartiere/cittàLavoratori per la comunità/assistenti socialiStaff del comuneAltri target
Approccio integrato di promozione della salute a livello locale o nazionale268151182311812
Attività fisica964438323
Consumo: cibo e dieta sana921205105
Pianificazione e controllo urbano947639433
Spazi verdi535425121
Trasporto pubblico323214131
Pedonalità332236141
Scuole salutari1311102225
Sviluppo precoce del bambino31047015215
Casa334336322
Coesione sociale, capitale sociale149119815656
Rischi Ambientali524214313
Riduzione della povertà643244223
Gruppi di popolazione vulnerabili3011138111910517
Altri temi200100002

RICERCA GUIDATA

AREA TEMATICA :
TARGET :
 
 
Ricerca per parole libere :
Si consiglia di usare pochi termini, di non usare congiunzioni, preposizioni o articoli.
I termini saranno ricercati nei campi titolo, descrizione e parole chiave.
 
Documenti selezionati : 31
Cancella la selezione
Torna alla ricerca


🔵
Best: Bisogni Educativi Speciali Territoriali
Titolo originale: Best: Bisogni Educativi Speciali Territoriali
Descrizione dell'intervento: Intervento socio-educativo rivolto al bambino e alla famiglia per permettere loro di recuperare il gap intervenuto a ostacolare una normale evoluzione del bambino a diversi livelli (cognitivo, emozionale, relazionale, comportamentale). Obiettivi principali sono:
- Sostenere lo sviluppo armonico del bambino;
- Sostenere il nucleo famigliare dal punto di vista educativo, economico e sociale;
- Promuovere il benessere relazionale;
- Favorire lo sviluppo del capitale sociale del nucleo famigliare nel suo contesto di vita.
Best si pone obiettivi innanzitutto sul bambino e i suoi contesti di crescita, ma non tralascia obiettivi più ampi e generali di impatto sulle politiche di promozione della salute e prevenzione.
Luogo dove è implementata la pratica: Milano, zona 8 (Quarto Oggiaro), Italia
Parole chiave: infanzia, educazione, supporto
Visualizza scheda completa


🔵
Bounce Back and Thrive! Programma di formazione sulla capacità di resilienza per i genitori
Titolo originale: Bounce Back and Thrive! Resilency Skills Training Program for Parents
Descrizione dell'intervento: Bounce Back & Thrive (BBT) è un programma di 10 sessioni di formazione basato su prove d'efficacia per genitori con bambini sotto gli 8 anni. È progettato per aumentare la capacità dei genitori di fornire una relazione di cura e un modello di resilienza nelle loro interazioni quotidiane con i figli. Le componenti del programma includono: scambio di informazioni, attività pratiche, video di genitori e figli che mostrano le strategie di costruzione della resilienza, discussione ed esercitazioni. È stato sperimentato con adolescenti/genitori giovani, genitori soli, genitori che vivono in comunità remote o delle Prime Nazioni, genitori che affrontano sfide come la malattia, la povertà, la disoccupazione o la violenza, così come famiglie con bambini che hanno bisogni speciali o sono a rischio di maltrattamenti. BBT è adatto a genitori con un basso tasso di alfabetizzazione.
Luogo dove è implementata la pratica: Canada
Parole chiave: bambini, sviluppo infantile,relazione genitore-bambino, genitorialità, benessere dei genitori
Visualizza scheda completa


🔵
Breaking the Cycle
Titolo originale: Breaking the Cycle
Descrizione dell'intervento: Breaking the Cycle è un programma della ONG canadese Mothercraft che ha sede a Toronto e si rivolge a donne che aspettano un figlio o che hanno già bambini piccoli e che stanno affrontando problemi legati all'abuso di sostanze o alla disintossicazione. Il programma si concentra anche sui loro figli (fino a 6 anni) in quanto la loro salute e il loro benessere fisico, evolutivo e psicosociale sono a rischio a causa dell’esposizione prenatale alle droghe o perché si trovano in ambienti in cui si fa uso di sostanze.
Gli obiettivi del programma includono:
- fornire una risposta collaborativa, basata sulla comunità, completa, integrata e intersettoriale;
- la prevenzione attraverso l'identificazione precoce dei maltrattamenti;
- un modello unico di accesso e uno sportello unico con componenti di assistenza alla gravidanza e visite domiciliari;
- la valutazione di questa innovazione nell'erogazione del servizio.
Le attività del programma includono lo screening, la sensibilizzazione, la prevenzione delle ricadute, lo sviluppo delle capacità di vita, la consulenza individuale, i gruppi di supporto, il supporto nutrizionale, l'assistenza all'infanzia, una clinica per lo sviluppo, una clinica per la diagnosi del Disturbo Fetale dello spettro dell'alcool, servizi sanitari e medici, supporto per le esigenze di base e servizi in caso di libertà vigilata.
Nel 2004, Breaking the Cycle è stato riconosciuto come buona pratica da parte dell'UNODC (Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine) .
Luogo dove è implementata la pratica: Toronto, Canada
Parole chiave: maternità sana, dipendenze, early childhood development, tossicodipendenza, accesso ai servizi
Visualizza scheda completa


🔵
Buckle Up Safely
Titolo originale: Buckle Up Safely
Descrizione dell'intervento: Buckle up safely è un intervento educativo volto ad aumentare l'uso dei sistemi di protezione dei bambini di età prescolare che viaggiano su un autoveicolo.Lo studio è condotto da un team di ricerca della divisione infortuni del George Institute and School of Public Health, dell'Università di Sydney. Il programma è costituito da:un workshop dai contenuti educativi indirizzato agli educatori dei centri per l’infanzia; materiale cartaceo informativo dal taglio didattico in inglese e tradotto in altre 6 lingue da esporre e distribuire; sessioni informative per i genitori; fornitura di seggiolini a prezzo ridotto e di voucher gratuiti, per controllarne la corretta installazione. Questo approccio integrato mira a convincere le famiglie dei vantaggi nell'uso di sistemi di protezione per bambini, fornire informazioni sul sistema di protezione adatto a ciascun bambino e motivare le famiglie a cambiare il modo in cui i bambini viaggiano in auto.
Luogo dove è implementata la pratica: Australia
Visualizza scheda completa


🔵
Centri per la famiglia
Titolo originale: Family Centers
Descrizione dell'intervento: L'istituzione dei Centri per la Famiglia avviene in Svezia negli anni '70 e rappresenta un intervento che nel corso degli anni ha goduto di grande popolarità, venendo replicato nella maggior parte dei paesi nordici. Il principio fondamentale di un Centro per la Famiglia è costruire e promuovere continuamente il legame tra il benessere di un bambino e quello dei suoi genitori, tenendo conto delle risorse materiali, economiche, sociali ed emotive di questi ultimi. L'accesso universale è assicurato sia attraverso un'informazione e un sostegno a basso costo in risposta alle esigenze sanitarie e sociali, sia garantendo l'accesso ai servizi più specializzati anche anche ai gruppi vulnerabili e isolati. Infine, i Centri per la famiglia fungono da punto d'incontro e di socializzazione per tutte le famiglie, indipendentemente dal loro background socio-economico, culturale o etnico, affrontando così l'esclusione sociale e l'isolamento.
I Centri per la Famiglia offrono diverse attività per genitori e figli, raggruppate nei seguenti servizi:
-Servizio di assistenza sanitaria per la maternità: Fornitura di servizi sanitari e informazioni per le donne in gravidanza;
-Servizi di assistenza sanitaria per l'infanzia;
-Apertura di un asilo nido / scuola materna accessibile a tutte le famiglie all'interno del programma,
-Attività e operazioni di prevenzione sociale : Fornitura di servizi specifici per migliorare la situazione socio-economica della famiglia
Luogo dove è implementata la pratica: Svezia
Parole chiave: sviluppo sano, bambini, medicina del territorio, servizi educativi, supporto economico
Visualizza scheda completa


🔵
Child FIRST
Titolo originale: Child FIRST
Descrizione dell'intervento: Child FIRST (Child and Family Interagency, Resource, Support, and Training) aiuta le famiglie in difficoltà a costruire relazioni forti e costruttive per curare e salvaguardare i bambini piccoli dall'impatto devastante dei traumi e dello stress cronico. Il programma si rivolge a:
-Bambini con problemi emotivi/comportamentali o di sviluppo/apprendimento;
-Famiglie alle prese con molteplici problematiche (come l'estrema povertà, la depressione materna, la violenza domestica, l'uso di sostanze, l'abuso e l'abbandono, l'incarcerazione e l'isolamento).
Child FIRST permette di fornire assistenza psicologica ai genitori e ai bambini insieme nelle loro case e, inoltre, mette in contatto le famiglie con i servizi di cui hanno bisogno per ridurre le situazioni di stress.
Luogo dove è implementata la pratica: Connecticut, successivamente estesa ad altri Stati in USA
Parole chiave: prima infanzia, supporto, early childhood development, genitorialità, maltrattamento infantile
Visualizza scheda completa


🔵
COPEing with Toddler Behaviour - CWTB
Titolo originale: COPEing with Toddler Behaviour - CWTB
Descrizione dell'intervento: COPEing with Toddler Behaviour (CWTB) è un corso che si rivolge a genitori con bambini di età compresa fra i 12 e i 36 mesi ed è finalizzato a migliorare le competenze genitoriali, prevenendo così l’insorgere di comportamenti problematici da parte dei bambini.Il corso utilizza la teoria degli stili genitoriali e la guida al comportamento del bambino come quadro di riferimento e base per l'apprendimento attivo da parte degli adulti e si articola in otto sessioni.Ciascuna sessione è incentrata su argomenti quali
- come usare uno stile genitoriale autorevole e promuovere un rapporto positivo genitore-figlio,
- avere aspettative di sviluppo appropriate,
- adattare il comportamento dei genitori al temperamento del bambino,
- prevenire comportamenti impegnativi.
Durante lo svolgimento degli incontri, sono presenti dei facilitatori del GWTB, specialisti dello sviluppo infantile con un background educativo in psicologia, educazione della prima infanzia o servizio sociale con famiglie a rischio.
Luogo dove è implementata la pratica: Canada
Parole chiave: prima infanzia, genitorialità, early childhood development, relazione genitore-bambino
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 8/12
Early start project
Titolo originale: Early start project
Descrizione dell'intervento: Early Start (il modello è il programma Healthy Start, opportunamente adattato) è un servizio di visite domiciliari indirizzato a famiglie con bambini che affrontano situazioni di stress e difficoltà. Le famiglie sono assegnate ad un operatore non professionista a supporto della famiglia, proveniente dalla comunità di appartenenza dei destinatari, che riceve formazione nei settori dell'assistenza infermieristica e sociale. L'operatore lavora con la famiglia fino a 5 anni di età del bambino, per affrontare una serie di problemi. L'obiettivo più generale del servizio è di offrire alle famiglie assistenza, supporto, empowerment e consigli per far fronte a questioni relative alla salute, al ruolo di genitori e a problemi del periodo prescolare.
Luogo dove è implementata la pratica: Christchurch, Nuova Zelanda
Parole chiave: prima infanzia, gestione integrata, early childhood development, interventi precoci, genitorialità
Visualizza scheda completa


🔵
Fast Track
Titolo originale: Fast Track
Descrizione dell'intervento: Fast Track è un intervento completo progettato per prevenire lo sviluppo di gravi problemi di condotta nei bambini ad alto rischio. Fast Track utilizza un "modello unificato di prevenzione" costituito da componenti sia universali che selettivi. L'intervento è diviso in due fasi : a) scuola elementare, e b) passaggio alle scuole medie e superiori, in coincidenza con il passaggio all'adolescenza. Le attività di prevenzione durante la scuola elementare (gradi 1-5) includono:
- Un programma didattico universale in classe guidato dall'insegnante, chiamato PATHS, diretto allo sviluppo di concetti emotivi, alla comprensione sociale e all'autocontrollo;
- Gruppi di formazione per i genitori progettati per promuovere lo sviluppo di relazioni positive tra famiglia e scuola e per insegnare ai genitori le capacità di gestione del comportamento;
- Visite a domicilio allo scopo di promuovere le capacità dei genitori di risolvere i problemi;
- Gruppi di formazione per le abilità sociali dei bambini;
La seconda fase dell'intervento riguarda i quattro settori fondamentali associati al successo dell'adattamento adolescenziale:
1) l'affiliazione e l'influenza tra pari,
2) i risultati accademici e l'orientamento accademico,
3) la cognizione sociale e lo sviluppo dell'identità,
4) le relazioni tra genitori e famiglia.
Luogo dove è implementata la pratica: Durham, Nashville, Pennsylvania, Seattle - USA
Parole chiave: bambini a rischio, scuola, life skill, intervento multicomponente, relazione genitore-bambino
Visualizza scheda completa


🔵
Head Start REDI
Titolo originale: Head Start REDI
Descrizione dell'intervento: Head Start REDI è un programma di potenziamento destinato ai bambini in età prescolare a basso reddito e alle loro famiglie, che integra il programma per la scuola materna Head Start. L'intervento viene condotto dagli insegnanti in classe e integrato nello svolgimento dei programmi scolastici in corso. Il programma è incentrato principalmente sull'arricchimento delle competenze socio-emotive attraverso l'utilizzo del programma di studi prescolastico PATHS e attraverso l'arricchimento delle competenze linguistiche emergenti. Ai genitori viene inoltre fornito materiale da portare a casa che descrive l'importanza del supporto positivo, del coaching emotivo e della lettura interattiva, con consigli per i genitori e attività di apprendimento da realizzare all'interno del contesto domestico.
Luogo dove è implementata la pratica: Pennsylvania,USA
Parole chiave: prima infanzia, educazione, sviluppo emotivo, sviluppo cognitivo
Visualizza scheda completa


🔵
Home-Start
Titolo originale: Home-Start
Descrizione dell'intervento: Il programma Home Start prevede visite domiciliari da parte di volontari con esperienza nella cura dei bambini (di solito genitori) e ha lo scopo di fornire supporto alle famiglie in difficoltà in cui sono presenti bambini, di cui almeno uno in età prescolare.
Home-Start si rivolge alle famiglie e alle madri che sono sotto stress o che hanno poca esperienza genitoriale o che non dispongono di una rete di supporto sociale. La partecipazione al programma è volontaria e le visite domiciliari si basano sulle esigenze delle famiglie partecipanti.
L’obiettivo è ridurre lo stress dei genitori e supportare le famiglie, in particolare quelle a rischio di abuso e abbandono dei minori, allo scopo di prevenire disfunzioni e crisi in ambito familiare.
Luogo dove è implementata la pratica: Regno Unito, Paesi Bassi ed estesa ad altri 22 Paesi
Parole chiave: infanzia, prevenzione,early childhood development, interventi precoci, genitorialità
Visualizza scheda completa


🔵
Il programma Amsterdam Healthy Weight
Titolo originale: Amsterdam Healthy Weight Programme
Descrizione dell'intervento: Il presente caso studio ha come oggetto la città Amsterdam in cui, nel 2013, il 21% dei minori di 18 anni risultava essere sovrappeso o obeso. Per contrastare questo fenomeno e le conseguenti ricadute in ambito sanitario, sociale e socioeconomico, è stato ideato il programma Amsterdam Healty Weight allo scopo di garantire che tutti i bambini di Amsterdam raggiungano un peso sano entro il 2033.
Il modello teorico che ha ispirato e guida tutt'ora il programma è il modello “ad arcobaleno" di Dahlgren e Whitehead che permette di evidenziare tutti i fattori, dal più vicino al più lontano, in grado di influenzare il comportamento dell'individuo.Il programma Amsterdam Healthy Weight riconosce che bambini e genitori hanno bisogno di essere sostenuti per fare la scelta giusta, e la città di Amsterdam deve garantire che siano presenti le giuste condizioni per compiere scelte più sane e consentire un "cambiamento di paradigma".Il comune ritiene che questo cambiamento porterà a comportamenti più sani: in particolare, mangiare cibi più sani, fare più esercizio fisico e dormire meglio.
Il programma si impegna con la società civile e con le organizzazioni della comunità, in particolare per sviluppare programmi di sostegno per i quartieri, le comunità locali e le e le reti e organizzazioni informali. A questo scopo, sono stati creati collegamenti con programmi complementari all'interno di Amsterdam, tra cui "Moving Amsterdam", "Amsterdam Poverty Programme" e "Amsterdam Food Strategy". In questo modo, è stato implementato un approccio coordinato tra i vari dipartimenti del governo municipale.
Luogo dove è implementata la pratica: Amsterdam
Parole chiave: obesità infantile, stile di vita sano, lavoro di rete
Visualizza scheda completa


🔵
Il programma Parent Child Home
Titolo originale: The Parent Child Home Program
Descrizione dell'intervento: Il programma Parent Child Home Program si avvale del legame genitore-bambino per facilitare interazioni verbali tra genitori e figli incentrate su libri e giocattoli introdotti in casa. Gli operatori, nel corso delle visite domiciliari, mostrano stili di gioco e di lettura volti a stimolare la verbalizzazione, la consapevolezza dell'ambiente e l'interazione con le persone da parte del bambino.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: infanzia, genitorialità, apprendimento precoce, early childhood development, relazione genitore-bambino
Visualizza scheda completa


🔵
Incredible Years
Titolo originale: Incredible Years
Descrizione dell'intervento: Il programma per la formazione dei genitori Incredible Years Preschool Basic ha come obiettivo quello di insegnare ai genitori come riconoscere e trattare i problemi emotivi e comportamentali dei loro figli attraverso una genitorialità positiva. La partecipazione al programma da parte dell’utenza avviene mediante sessioni di gruppo settimanali per un periodo di tempo compreso fra le otto e le dodici settimane, in base alle specifiche esigenze di ciascun gruppo. La coerenza della realizzazione è assicurata dalla fornitura di materiale uniforme per ogni istruttore, dalla garanzia che gli istruttori frequentino la formazione, dal fatto che gli istruttori e i genitori completino le indagini di autovalutazione, dalla fornitura di liste di controllo specifiche per il corso e da sessioni di registrazione per la revisione da parte di un formatore di Incredible Years.
Luogo dove è implementata la pratica: USA, Regno Unito, Svezi, Danimarca,Irlanda, ed altri paesi europei
Parole chiave: infanzia, empowerment, Early childhood development, programmi per genitori, relazione genitore-bambino
Visualizza scheda completa


🔵
Insieme, famiglie e scuole: Kids FAST
Titolo originale: Families and Schools Together: Kids FAST
Descrizione dell'intervento: Kids FAST è un programma di intervento precoce e di coinvolgimento dei genitori creato dalla Dr. Lynn McDonald dei Servizi per la Famiglia d'America (ora Alliance for Children and Families). Kids FAST mira a rafforzare le famiglie e i bambini e a ridurre l'incidenza di problemi come l'insuccesso scolastico, l'abuso di sostanze, l'abuso di minori e la delinquenza. Il programma adotta un approccio di prevenzione che richiede la collaborazione tra le varie agenzie. Il porgramma viene attuato nella forma del gruppo di supporto doposcuola e multifamiliare in cui un team collaborativo, culturalmente rappresentativo, composto da genitori e professionisti guida un pacchetto strutturato di processi interattivi durante le sessioni di gruppo per migliorare le relazioni.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: bambini sani, resilienza,early childhood development, programmi per genitori, genitorialità,
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 9/12
Modello regionale di presa in carico del bambino obeso
Titolo originale: Modello regionale di presa in carico del bambino obeso
Descrizione dell'intervento: La presa in carico del bambino obeso deve realizzarsi nell’ambito di una integrazione professionale e organizzativa tra pediatra di libera scelta (PLS) e medici specialisti, lasciando al pediatra ospedaliero la cura dell’obesità grave e complicata. Si realizza così una definizione dei rispettivi ruoli: del PLS per la gestione del sovrappeso (livello 1) e dell’obesità (livello 2) e del pediatra ospedaliero per contribuire alla gestione di obesità grave e complicata (livello 3), mantenendo al contempo una equipe multidisciplinare unica di supporto che garantisce unitarietà al percorso. In sintesi il modello si articola, nell’ambito di una integrazione tra territorio e ospedale, nei seguenti punti:
1. la prevenzione primaria e mirata dell’obesità infantile coinvolge in primo luogo i PLS nella promozione dell’allattamento al seno, nel monitoraggio antropometrico e nell’intercettazione precoce di sovrappeso e obesità;
2. lo sviluppo sul territorio di occasioni e strutture per la presa in carico e l’educazione terapeutica del bambino obeso e del nucleo familiare su tematiche relative all’alimentazione e allo stile di vita motorio che favoriscano un cambiamento duraturo dei comportamenti. La gestione del bambino obeso avviene in situazioni organizzate o in strutture specificamente attrezzate, contraddistinte da una coerente gestione complessiva, facilmente accessibili e con modalità tali da assicurare una elevata compliance al percorso proposto;
3. l’alleggerimento dell’impegno delle strutture ospedaliere, conseguente allo sviluppo della rete multidisciplinare, consente al pediatra ospedaliero di focalizzare l’attenzione sull’obesità grave e complicata.
Luogo dove è implementata la pratica: Emilia Romagna, Italia
Parole chiave: obesità, sovrappeso, servizi sanitari
Visualizza scheda completa


🔵
Open.med Monaco
Titolo originale: Open.med Munich
Descrizione dell'intervento: L'obiettivo principale di 'Open.med' è migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria di base per tutte le persone in Germania, indipendentemente dalla residenza legale o dal loro reddito. L'intervento opera nella convinzione che l'assistenza sanitaria sia un diritto umano fondamentale che dovrebbe essere disponibile per tutti. Per questo motivo, Open.med si rivolge principalmente ai meno abbienti e ad altri gruppi vulnerabili che non hanno accesso all'assistenza sanitaria. Tra questi vi sono le persone senza residenza legale e i cittadini tedeschi e dell'Unione Europea (soprattutto provenienti da Bulgaria e Romania) che non possono permettersi i premi dell'assicurazione sanitaria. Il programma prevede un servizio di consulenza medica e psicosociale anonimo e gratuito per coloro che non possono ottenere un'assicurazione sanitaria, principalmente a causa di restrizioni legali, amministrative o finanziarie. Il servizio viene fornito presso una clinica a Monaco di Baviera, e le aree di intervento sono:
-Gravidanza
-Salute dei bambini
-Consulto con medici e infermieri
-Prescrizioni e medicinali
-Salute sessuale e contraccettivi
-Supporto psicologico
-Vittime di violenza
-Consulenza telefonica sull'assistenza sanitaria nel caso di persone impossibilitate a recarsi in clinica.
Luogo dove è implementata la pratica: Germania
Parole chiave: universalità, gruppi vulnerabili, cure, accesso ai servizi
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 11/12
P.I.P.P.I.
Titolo originale: P.I.P.P.I. Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione
Descrizione dell'intervento: Il Programma P.I.P.P.I. persegue la finalità di intervenire nei confronti delle famiglie negligenti, con lo scopo di ridurre il rischio di allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine. PIPPI intende ridurre il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini, aumentare la sicurezza dei bambini e migliorare il loro funzionamento psicosociale e cognitivo, promuovere o migliorare la genitorialità responsiva, lavorare in modo trasversale, articolando in modo coerente fra loro i diversi ambiti di azione coinvolti. PIPPI è un programma multicomponente che prevede una pre-valutazione dell'ambiente familiare e dello sviluppo del bambino, una progettazione ad hoc dell’intervento, la concreta realizzazione del programma, che comprende quattro principali tipologie di azione - forme di collaborazione tra scuole-famiglie e servizi; attivazione di percorsi di educativa domiciliare centrati sulle relazioni genitori-figli-ambiente sociale; attivazione di gruppi per genitori e, laddove possibile, di gruppi per i bambini; attivazione di famiglie d’appoggio per ogni famiglia target. Il Programma P.I.P.P.I. è il risultato di una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova, i servizi sociali, e di protezione e tutela minori nello specifico, cooperative del privato sociale, alcune scuole, alcune Asl che gestiscono i servizi sanitari delle 10 Città italiane aderenti.
Luogo dove è implementata la pratica: Italia
Parole chiave: maltrattamento infantile; trascuratezza infantile; genitorialità responsiva;
Visualizza scheda completa


🔵
ParentCorps
Titolo originale: ParentCorps
Descrizione dell'intervento: ParentCorps è un intervento per la prima infanzia, incentrato sulla famiglia e basato sulla scuola per i bambini che vivono in quartieri storicamente svantaggiati. L'obiettivo è quello di promuovere il self management del bambino e l'apprendimento precoce, a casa e a scuola, aumentando il sostegno del comportamento positivo (es. tramite le interazioni genitori-figli), la gestione efficace del comportamento (es. conseguenze coerenti in caso di cattivo comportamento), e il coinvolgimento dei genitori nell'istruzione (es. la comunicazione genitori-insegnanti). Il programma consiste in 13 sessioni settimanali che si tengono nella scuola in orario serale con il supporto di professionisti della salute mentale e di insegnanti dell'asilo o di altro personale scolastico. I gruppi di genitori e bambini si incontrano prima separatamente tra loro e successivamente vengono riuniti in modo da permettere ai genitori di praticare nuove competenze.Il programma adotta un approccio bi-generazionale in quanto supporta sia i genitori sia i figli per produrre un cambiamento che ne moltiplica l'impatto.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: prima infanzia, prevenzione, comportamenti sani
Visualizza scheda completa


🔵
Programma di assistenza per genitori - neonati, bambini e bambini in età prescolare
Titolo originale: Nurturing Parenting Program – Infants, Toddlers and Preschoolers
Descrizione dell'intervento: Questo programma di assistenza si rivolge a genitori con neonati, bambini e bambini in età prescolare ed è stato sviluppato per aiutare le famiglie che sono state segnalate dai servizi sociali per abusi e trascuratezza passati ( o che sono in contesti familiari a rischio).Il programma è costituito da due componenti:
-27 sessioni di attività di gruppo della durata di 2,5 ore ciascuna. Genitori e figli si incontrano contemporaneamente in due gruppi separati. Due animatori gestiscono il gruppo dei genitori; due animatori assieme a due volontari gestiscono il gruppo dei bambini. Genitori e bambini condividono infine un momento della durata di 30 minuti.
-55 sessioni domiciliari, ciascuna della durata di 90 minuti. In questo contesto genitori e figli, sotto la supervisione dei professionisti che effettuano le visite domiciliari, interagiscono e acquisiscono nuove competenze relazionali.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: relazione genitore-bambino, genitorialità, maltrattamento infantile, early childhood development
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 7/12
Programma per genitori adolescenti
Titolo originale: Adolescent parenting programme
Descrizione dell'intervento: Il programma per genitori adolescenti supporta le agenzie locali e i dipartimenti dei servizi sociali nel rafforzare i servizi di prevenzione per adolescenti incinte o già genitori.
Il programma si pone l'obiettivo di aumentare l'autosufficienza tra le ragazze adolescenti incinte e di accrescere gli esiti inerenti lo sviluppo del bambino.
Il programma consiste in visite domiciliari, piani con obiettivi personalizzati, servizi di case management, sessioni educative di gruppo, creazione di legami nella comunità per garantire la continuazione della scuola e l'accesso all'assistenza sanitaria, supporto per il lavoro e lo studio, il miglioramento dei sistemi che aiutano le mamme adolescenti.
Luogo dove è implementata la pratica: USA - North Carolina
Parole chiave: sostegno,maternità, adolescenza, gravidanza, early childhood development
Visualizza scheda completa


🔵
Programma per il coinvolgimento dei padri
Titolo originale: The Supporting Father Involvement Program
Descrizione dell'intervento: Supporting Father Involvement ( sostegno per il coinvolgimento dei padri) è un programma di 16 settimane che mira a rafforzare il coinvolgimento dei padri nella famiglia e a promuovere lo sviluppo sano del bambino. L'obiettivo è quello di realizzare cambiamenti positivi nei cinque ambiti della famiglia
- benessere individuale,
- rapporto di coppia,
- rapporto genitore-figlio,
- rapporto con la famiglia di origine,
- equilibrio tra stress della vita e sostegno sociale
In questo modo sarà possibile avere delle ricadute positive che a loro volta avranno un effetto preventivo positivo su molti dei fattori chiave implicati nell'abuso di minori e nello sviluppo di una famiglia sana. Entrambi i genitori devono accettare di partecipare e avere almeno un figlio di età non superiore ai 7 anni.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: paternità, prevenzione, relazione genitore-bambino, early childhood development
Visualizza scheda completa


🔵
Programmi modello SNAP® (Stop Now And Plan)
Titolo originale: SNAP® (Stop Now And Plan) Model Programs
Descrizione dell'intervento: SNAP® è un programma cognitivo comportamentale multicomponente, basato su prove d'efficacia, specifico per i bambini a rischio di età compresa tra i 6 e gli 11 anni con gravi problemi di comportamento dirompente (aggressività, violazione delle regole e problemi di condotta) e le loro famiglie. SNAP si concentra sull'insegnamento ai bambini (e ai loro genitori/caregiver) della regolazione delle emozioni, dell'autocontrollo e delle capacità di risolvere i problemi, con particolare enfasi sulla sfida alle distorsioni cognitive, sulla sostituzione con un pensiero realistico e sull'aiuto ai bambini a fare scelte migliori al momento. L'obiettivo è quello di migliorare le competenze sociali, riducendo i comportamenti di disturbo, il rischio di contatti con la polizia e i problemi disciplinari, migliorando al contempo le capacità di gestione dei genitori.
SNAP utilizza un curriculum strutturato, giochi di ruolo e discussioni agevolate per aiutare i bambini a imparare a identificare i fattori scatenanti e a creare connessioni tra le risposte fisiologiche del loro corpo (o "spunti corporei"), i pensieri, i sentimenti e le risposte emotive. Questo aiuta a favorire lo sviluppo di efficaci capacità di regolazione delle emozioni per aiutarli a calmarsi e a elaborare un piano d'azione efficace. Per garantire il successo, questi piani devono:
a) mantenere piccoli i problemi dei bambini,
b) farli sentire vincitori,
c) evitare di fare del male a qualcuno, a qualcosa o a se stessi .
I gruppi di bambini e genitori sono il luogo in cui si insegna la tecnica SNAP e in cui si gettano le basi per ulteriori componenti del trattamento SNAP in base al rischio e al bisogno. Inoltre, lo SNAP Parent Group fornisce ai caregiver strategie efficaci di gestione del bambino con un'enfasi particolare sulla sfida alle distorsioni cognitive o agli errori di pensiero, sulla riduzione dell'isolamento e sul miglioramento delle relazioni genitore-figlio.
Luogo dove è implementata la pratica: Canada
Parole chiave: infanzia, sviluppo emotivo, relazione genitore-bambino, genitorialità, comportamenti a rischio,
Visualizza scheda completa


🔵
Romania: Protezione dell'allattamento al seno per la salute di neonati e bambini, in particolare provenienti da famiglie vulnerabili
Titolo originale: Romania: Protection of breastfeeding for the health of infants and young children especially in vulnerable families
Descrizione dell'intervento: In Romania, i dati raccolti tra il 2004 e il 2011 mostrano una forte propensione all'allattamento al seno da parte delle madri al momento della dimissione dalle strutture di maternità. Nel 2004, il 37% allattava ancora esclusivamente al seno a 6 mesi, ma questa percentuale sembra essersi ridotta drasticamente a solo il 12% circa nel 2011 - molto al di sotto dell'obiettivo degli Stati membri del 2025 di "almeno il 50% di allattamento al seno esclusivo per i primi 6 mesi".Tra il 2008 e il 2013 in questo Paese si è registrato un tasso di crescita annuo di quasi il 5% delle vendite di latte artificiale, per un valore di 78,5 milioni di dollari all'anno.
A causa dei gravi rischi associati alla riduzione dell'allattamento al seno, il Parlamento rumeno ha votato per il controllo di tutte le forme di promozione dei sostituti del latte materno, includendo la sponsorizzazione da parte dei produttori di sostituti del latte materno nelle strutture rumene per i servizi di maternità e neonatale. Per questo, la legge 207/2016 cerca di proteggere l'allattamento al seno come la fonte di nutrizione più appropriata nei primi 6 mesi. Questa nuova legge non solo contribuirà a ridurre le disuguaglianze nella salute materna e infantile in Romania, ma può fungere da esempio per l'attuazione da parte di altri Stati membri dell'UE
Luogo dove è implementata la pratica: Romania
Parole chiave: prima infanzia, maternità, nutrizione, politica, legislazione
Visualizza scheda completa


🔵
Safe Routes to School - Percorsi sicuri a scuola
Titolo originale: Safe Routes to School Programs
Descrizione dell'intervento: Safe Routes to School (SRTS) è un'iniziativa che lavora per rendere sicuro, comodo e divertente per i bambini il tragitto per andare a scuola. L'obiettivo è quello di portare più bambini a recarsi a scuola a piedi e in bicicletta, con il conseguente aumento dei livelli di salute e attività fisica.

I programmi SRTS possono essere implementati da un dipartimento dei trasporti, da un'organizzazione di pianificazione metropolitana, dal governo locale, dal distretto scolastico o anche da una singola scuola. I trasporti, i professionisti della salute pubblica e della pianificazione, le comunità scolastiche, le forze dell'ordine, i gruppi di comunità e le famiglie sono da considerarsi componenti attive del programma in quanto ricoprono un importante ruolo da svolgere utilizzando l'educazione, l'incoraggiamento, l'ingegneria (cambiamenti dell'ambiente fisico) e l'applicazione della legge per soddisfare le esigenze di una comunità locale.

A livello locale, gli operatori di Safe Routes to School gestiscono programmi di educazione e di sensibilizzazione con le famiglie e le scuole e promuovono forti politiche municipali e distrettuali per sostenere la sicurezza a piedi e in bicicletta. A livello regionale e statale, gli operatori lavorano per trovare nuovi finanziamenti e garantire una gestione adeguata dei finanziamenti esistenti. A livello federale, la Safe Routes Partnership e i suoi alleati mantengono una voce costante per il supporto di politiche e finanziamenti e forniscono una fonte di aiuto esperto, idee e risorse per i leader a tutti i livelli.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: movimento, sviluppo sano, scuola, trasporto attivo, sicurezza stradale
Visualizza scheda completa


🔵
Schutzengel (Angelo Custode) - Sostegno alle giovani famiglie in difficoltà
Titolo originale: Schutzengel (Guardian Angel) - Support for Young Families in Difficulty
Descrizione dell'intervento: Schutzengel lavora con le famiglie per sostenere i genitori e i bambini nella vita quotidiana e nelle situazioni di crisi. I fornitori di servizi, i volontari e gli altri genitori che offrono il loro aiuto intendono affiancare i genitori nell'affrontare le difficoltà in modo sostenibile.
Grazie al lavoro di rete del progetto con le istituzioni governative e non governative, le famiglie che hanno bisogno di sostegno possono essere indirizzate in modo rapido ed efficiente ai servizi appropriati. Le principali attività svolte sono di seguito riportate:
1) Collegamenti con i servizi di ostetricia locali.
L'ostetrica di famiglia collabora con un ospedale locale per sostenere le giovani donne/famiglie durante la gravidanza e dopo il parto. Questo sostegno si estende oltre il consueto limite delle cure post-parto finanziate dall'assicurazione di routine. L'ostetrica svolge anche un'assistenza preventiva precoce e aiuta le donne/famiglie spesso stressate e sopraffatte da preoccupazioni e problemi di salute, a cui si aggiunge un neonato.
2) Caffè/ punti di incontro per i genitori.
In questi contesti è offerta ai genitori l'opportunità di incontrarsi, di discutere le loro esperienze con i coetanei e di condividere strategie di gestione, avvalendosi anche della consulenza di apposito personale sanitario.
3) "Angelo custode" della famiglia.
Un "compagno di famiglia" che sostiene le giovani famiglie in collaborazione con la parrocchia soprattutto per fare fronte alle esigenze della vita quotidiana. Laddove opportuno, ai genitori viene offerto l'accesso a corsi per aiutarli a gestire lo stress e l'ansia e sviluppare una maggiore resilienza.
Luogo dove è implementata la pratica: Germania
Parole chiave: prima infanzia, sviluppo sano, early childhood development, comunità, benessere dei genitori
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 10/12
Scuola dell'infanzia a tempo pieno
Titolo originale: Full Day Kindergarten Programs
Descrizione dell'intervento: Full Day Kindergarten è un programma formale messo in atto negli Stati Uniti e rivolto a bambini di età compresa fra i 4 e 6 anni. Questo programma si svolge a scuola o in un setting paragonabile a quello scolastico, durante l'anno che precede l’ingresso alla scuola elementare. Le attività sono organizzate, sviluppate e supervisionate da almeno un docente che può essere affiancato da personale adeguatamente formato. In base a questo tipo di programma, dunque, la scuola dell’infanzia è considerata a tempo pieno: i bambini vi si recano 5 giorni alla settimana e dura dalle 5 alle 6 ore al giorno. In questo contesto, viene fornita una preparazione da un punto di vista non solo accademico ma anche sociale ed emotivo, consentendo così una partecipazione efficace nel sistema educativo.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: prima infanzia, inclusione, sviluppo del bambino
Visualizza scheda completa


🔵
Story Talk - Programma interattivo di lettura
Titolo originale: Story Talk – Interactive Book Reading Program
Descrizione dell'intervento: Story Talk è un programma di lettura ad alta voce volto a promuovere lo sviluppo delle competenze linguistiche e di alfabetizzazione nei bambini di età compresa fra i 3 e i 5 anni. Gli insegnanti sono formati per utilizzare strategie e metodi specifici di lettura di libri e di uso della lingua orale per aumentare le opportunità di sviluppo del linguaggio e del vocabolario. Il periodo di formazione dei docenti dura 15 settimane, mentre lo sviluppo di competenze e le strategie di lettura sono incorporate nelle attività quotidiane in classe durante tutto l'anno scolastico. Agli insegnanti vengono fornite scatole di supporto che includono libri, oggetti concreti che rappresentano le parole target nei libri e schemi di lezione. Gli oggetti di scena e i libri sono usati come parte della lettura del libro e delle attività di lingua orale.
Formazione sulla lettura di libri: In questo modulo, gli insegnanti sono formati in tre aree specifiche: (a) fare domande, (b) costruire il vocabolario e (c) fare collegamenti
Formazione del linguaggio orale: Questo modulo è progettato per favorire l’uso di strategie di conversazione che promuovono molteplici opportunità di parlare, di ascoltare attivamente e di usare un vocabolario vario. Questo modulo è costituito da tre parti: (a) praticare e promuovere l'ascolto attivo, (b) modellare un linguaggio ricco e (c) fornire feedback.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: prima infanzia, sviluppo cognitivo, libri
Visualizza scheda completa


🔵
Trampoline
Titolo originale: Trampoline
Descrizione dell'intervento: TRAMPOLINE è un intervento sviluppato per bambini di età compresa tra gli 8 e i 12 anni con almeno un caregiver che fa abuso di sostanze o che soffre di dipendenza. L'intervento è specificamente orientato alle problematiche e alle esigenze dei figli di soggetti che fanno uso di sostanze stupefacenti. Il manuale TRAMPOLINE comprende nove moduli settimanali di 90 minuti per i bambini, oltre a due sessioni opzionali per i genitori. I moduli rivolti ai bambini includono: 1 - conoscersi, 2 - autostima: come mi sento con me stesso, 3 - problemi di alcol e/o droga nella mia famiglia, 4 - conoscenza: cosa devo sapere su droga e dipendenza, 5 - gestire emozioni difficili, 6 - autoefficacia: cosa posso fare per risolvere i problemi, 7 - imparare nuovi modelli di comportamento nella mia famiglia, 8 - cosa posso fare per trovare aiuto e sostegno, e 9 - un addio positivo. Tutti gli argomenti sono trattati in modo interattivo e appropriato all'età, con una gran parte delle sessioni dedicate all'esercizio e al gioco di ruolo. Un'attenzione speciale è data alla creazione di piccoli rituali e di una struttura ricorrente per le sessioni, elementi che spesso mancano ai bambini che vivono in case dove si fa uso di sostanze. Le due sessioni per i genitori possono essere frequentate separatamente. La prima sessione, all'inizio del programma, cerca di informare i genitori sul programma e sui fattori di rischio e di protezione che i bambini affrontano quando crescono in un ambiente affetto da sostanze. La seconda sessione, alla fine del programma, informa i genitori su come è andato il programma (dal punto di vista del formatore) e li sensibilizza sui bisogni dei bambini. I genitori sono incoraggiati a cercare e accettare ulteriore sostegno nel loro ruolo di genitori. Il manuale per i genitori fornisce domande, discussioni di gruppo ed esercizi pratici.
Luogo dove è implementata la pratica: Germania
Parole chiave: sviluppo infantile, resilienza, genitorialità sana,tossicodipendenza
Visualizza scheda completa


🔵
Triple P
Titolo originale: Triple P - Positive Parenting Programme
Descrizione dell'intervento: Triple P è un sistema di intervento familiare multilivello che mira a prevenire l’insorgere di gravi disturbi emotivi e comportamentali nei bambini, attraverso la promozione di relazioni positive e di cura tra genitore e figlio.
Secondo gli sviluppatori, inoltre, "Il programma mira ad aumentare il senso di competenza dei genitori nelle loro capacità parentali, a migliorare la comunicazione di coppia sulla genitorialità e a ridurre il loro stress.
L'acquisizione di specifiche competenze genitoriali migliora la comunicazione familiare e diminuisce i conflitti, riducendo il rischio che i bambini sviluppino una maggiore quantità di problemi comportamentali ed emotivi" (Sanders, Turner, et al., 2002).
Il programma prevede cinque livelli ad intensità e target crescenti, che vanno da una campagna di informazione mediatica a livello comunitario per raggiungere tutti i genitori, ad un intervento per le famiglie identificate come a rischio di maltrattamento infantile.
La presente scheda si concentra sul "Livello 4" : questo può essere proposto come un programma di formazione individuale di 10 sessioni o un programma di formazione di gruppo di 8 sessioni mirato ad offrire una serie di competenze genitoriali per affrontare i problemi comportamentali sia all'interno che all'esterno della casa.
Luogo dove è implementata la pratica: USA, Svizzera, Germania, Belgio, Paesi Bassi
Parole chiave: prevenzione, famiglie a rischio, early childhood development, relazione genitore-bambino, programmi per genitori
Visualizza scheda completa


🔵
Un modello interdisciplinare per accrescere la capacità del personale odontoiatrico
Titolo originale: An interdisciplinary model to increase dental workforce capacity
Descrizione dell'intervento: Questo programma per la salute orale utilizza un modello interdisciplinare volto a migliorare l'accesso alle cure preventive per la salute orale per i bambini poveri di età inferiore ai 5 anni in Ohio, USA. L'intervento è stato realizzato a partire da un programma di promozione della salute già esistente per le famiglie a basso reddito (Donne, Neonati, Bambini =WIC), raggiungendo i bambini più vulnerabili. L'intervento ha collegato i servizi di assistenza sanitaria preventiva per la salute orale con i servizi presenti in due sedi del programma WIC. Un infermiere pediatrico specializzato in ambito dentistico si è occupato della formazione di un dietologo professionista per quanto concerne la valutazione della salute orale pediatrica e l'applicazione di una vernice al fluoro per i bambini in tenera età.
Durante ogni visita, i genitori (o i tutori) hanno così potuto approfondire argomenti quali uso della vernice al fluoro, corretta igiene orale, abitudini alimentari dei bambini (presenza di snack ricchi di carboidrati o bibite), uso appropriato del biberon e importanza delle visite odontoiatriche. E’ stata valutata la salute orale dei bambini ed è stata applicata loro una vernice al fluoro per prevenire la formazione di carie. Ai genitori è stata fornita una lista di dentisti pediatrici convenzionati con l’assicurazione pubblica e i bambini hanno ricevuto un sacchetto contenente uno spazzolino da denti, un dentifricio e materiale didattico per l'educazione alla salute orale adatto alla loro età.
Luogo dove è implementata la pratica: Ohio, USA
Parole chiave: infanzia, cure dentarie, alimentazione sana, medicina del territorio, accesso ai servizi
Visualizza scheda completa
 



Ricerca per Macro Obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2020-2025


Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute