CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Descrizione: Scheda non ancora valutata  



ParentCorps
Titolo originale: ParentCorps
Fonte:Blueprints
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Area tematica:Scuole salutari
Sviluppo precoce del bambino
Gruppi di popolazione vulnerabili
Target:Bambini (di età 0-18 anni)
Migranti/gruppi etnici
Lavoratori per la comunità/assistenti sociali
Staff del comune
Altri target
Altri target: Famiglie a rischio
Descrizione dell'intervento: ParentCorps è un intervento per la prima infanzia, incentrato sulla famiglia e basato sulla scuola per i bambini che vivono in quartieri storicamente svantaggiati. L'obiettivo è quello di promuovere il self management del bambino e l'apprendimento precoce, a casa e a scuola, aumentando il sostegno del comportamento positivo (es. tramite le interazioni genitori-figli), la gestione efficace del comportamento (es. conseguenze coerenti in caso di cattivo comportamento), e il coinvolgimento dei genitori nell'istruzione (es. la comunicazione genitori-insegnanti). Il programma consiste in 13 sessioni settimanali che si tengono nella scuola in orario serale con il supporto di professionisti della salute mentale e di insegnanti dell'asilo o di altro personale scolastico. I gruppi di genitori e bambini si incontrano prima separatamente tra loro e successivamente vengono riuniti in modo da permettere ai genitori di praticare nuove competenze.Il programma adotta un approccio bi-generazionale in quanto supporta sia i genitori sia i figli per produrre un cambiamento che ne moltiplica l'impatto.
Descrizione su come è affrontata la dimensione dell'equità: ParentCorps è un programma culturalmente informato che migliora i programmi di educazione prescolare nelle scuole e nei centri di educazione che servono principalmente i bambini provenienti da comunità a basso reddito. Questi bambini sono esposti a una serie di fattori di stress legati alla povertà, alle avversità e alla discriminazione. È necessario investire e sostenere i genitori e gli insegnanti della prima infanzia per mitigare lo stress nei primi anni di vita dei bambini, promuovere la salute e i risultati scolastici e ridurre le disuguaglianze. Interventi efficaci, basati sull'evidenza e incentrati sulla famiglia all'inizio della vita promettono di attenuare i rischi attribuibili alla povertà e allo stress e di ridurre le disparità razziali, etniche e socioeconomiche nei risultati scolastici, nello sviluppo socio-emotivo, nel comportamento e nella salute, e possono portare a benefici a lungo termine.
Approccio per ridurre le disuguaglianze:Gruppo vulnerabile
Aspetti da considerare per la trasferibilitè: Il programma è stato già testato in 18 scuole pubbliche ad alta povertà con programmi pre-asilo a New York e con più di 1.200 bambini.
Valutazione di processo: SI
Valutazione di risultato: SI
Efficacia nel ridurre le disuguaglianze: Efficacia dimostrata su gruppo target
Descrizione dei risultati della valutazione: Fra gli studi di valutazione si segnala quello di Brotman (Brotman et al., 2011) che ha testato l'impatto del programma sulle pratiche genitoriali e sui problemi comportamentali dei bambini in uno studio randomizzato controllato di otto scuole pubbliche di New York City. Le scuole sono state randomizzate in condizioni di intervento (n=4) o di controllo (n=4). I partecipanti al gruppo di intervento hanno ottenuto un punteggio significativamente migliore per quanto riguarda: Pratiche genitoriali efficaci auto-valutate Problemi di comportamento dei bambini classificati dall'insegnante come compositi (internalizzazione, esternalizzazione e comportamento adattivo generale) Un altro studio che si segnala è Brotman et al., 2013, una sperimentazione randomizzata e controllata di dieci scuole pubbliche situate in quartieri svantaggiati di New York City. Le scuole sono state confrontate in base alle dimensioni e poi randomizzate in condizioni di intervento o di controllo. Per il campione di 1.050 bambini partecipanti reclutati da quattro coorti consecutive, le valutazioni sono avvenute al baseline (semestre autunnale prima dell'inizio del programma), alla fine della primavera dello stesso anno accademico (intermedio), alla fine dell'anno scolastico della scuola materna (post-test), e fino alla fine della seconda elementare (follow-up a lungo termine).
Descrizione della documentazione disponibile: -Brotman, L. M., Calzada, E., Huang, K., Kingston, S., Dawson-McClure, S., Kamboukos, D, Petkova, E. (2011). Promoting effective parenting practices and preventing child behavior problems in school among ethnically diverse families from underserved, urban communities. Child Development, 82(1), 258-276.

-Brotman, L. M., Dawson-McClure, S., Calzada, E. J., Huang, K., Kamboukos, D., Palamar, J. J., & Petkova, E. (2013). Cluster (school) RCT of ParentCorps: Impact on kindergarten academic achievement. Pediatrics, 131(5), 1521-1529.
Lingua del materiale di dettaglio: Inglese
Riferimenti: Laurie Miller Brotman
New York University Langone Health
laurie.brotman@nyumc.org
Obiettivi PNP

1.3 Promuovere la salute nei primi 1000 giorni


1.6 Individuare precocemente i fattori di rischio e i segnali di disagio infantile


1.7 Sviluppare e/o migliorare le conoscenze e le competenze di tutti i componenti della comunità scolastica, agendo sull'ambiente formativo, sociale, fisico e organizzativo e rafforzando la collaborazione con la comunità locale


Parole chiave: prima infanzia, prevenzione, comportamenti sani
Stampa scheda
 




Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute