In evidenza questo mese

“A l’é ‘ndame bin”: storia di un infortunio in agricoltura

In inverno in campagna c’è poco da fare, così Paolo ne approfitta per fare manutenzione sulle macchine agricole. In un pomeriggio di dicembre mette in funzione la rotoimballatrice collegandola con il trattore, dopo aver smontato tutti i ripari. Con la macchina in funzione è più facile ripulire gli ingranaggi dai residui, ma è anche più pericoloso, Paolo lo sa.

Gli infortuni occupazionali aumentano quando il lavoro è precario

Una recente revisione di letteratura rileva che il lavoro temporaneo e insicuro, in particolare se gestito in subappalto, aumenta il rischio di avere un infortunio. Sulla base dei dati raccolti al momento, sono state studiate le principali dimensioni che determinano il verificarsi di eventi sfavorevoli.

Umanizzazione dei luoghi di cura: un progetto di teatro sociale e di comunità

Costruire luoghi e spazi di ben-essere per curati e curanti mettendo in relazione molte dimensioni umane: Cultura, Arte, Teatro, Partecipazione, Ben-Essere e Salute. Realizzato dai professionisti del blocco operatorio dell’A.O. Ordine Mauriziano di Torino, il progetto valorizza e sostiene gli operatori sanitari nel lavoro quotidiano e crea le condizioni per promuovere una relazione più umana, empatica e salutogenica con il paziente.

Quando "la buona volontà non basta"

Giovanni non è più tanto giovane, arriva da una storia di vita travagliata, da qualche tempo è seguito dai servizi socio assistenziali della sua ASL. Per tornare a far parte della società ha bisogno di un lavoro, per questo viene inserito in un’azienda agricola: deve occuparsi di tenere puliti i vialetti delle pertinenze aziendali.