In evidenza questo mese

Pensare l'impensabile

Il 2018 si chiude apprezzando con orgoglio i 40' anni del nostro Sistema Sanitario Nazionale e con un rinnovato impegno a difenderne e conservarne i principi fondanti. Il 2019 sarà un anno importante anche per la prevenzione e la promozione della salute perché stiamo riprogrammando i piani nazionale e regionali. Dors manterrà il suo impegno al vostro fianco, cercando di offrirvi il meglio delle riflessioni e dei risultati proposti dalla letteratura nazionale e internazionale

Trattamento dei dati personali: come orientarsi nella recente normativa.

Con l'entrata in vigore del Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR) e l'approvazione del D.Lgs. 101/2018 che ha riformato  il Codice per il tratamento dei dati personali in sintonia con la norma europea le regole per trattare legittimamente i dati personali sono completate. Proponiamo una prima raccolta di articoli aggiornati su  aspetti esaminati nel corso degli anni passati di interesse per gli operatori impegnati nella promozione della salute e nella ricerca sanitaria.

Due domande a...Barbara De Mei

Questo mese è la Dott.ssa Barbara De Mei Direttore del Reparto per la Sorveglianza dei fattori di rischio e Strategie di Promozione della Salute dell'Istituto Superiore di Sanità - Centro Nazionale per la Prevenzione delle Malattie e la Promozione della Salute, a rispondere alle domande che abbiamo pensato di porre a chi in questi 20 anni, con ruoli e modalità differenti, ha accompagnato il lavoro del nostro Centro di Documentazione.

Storie di infortunio al TG regionale

In occasione della ricorrenza della tragedia occorsa alla Thyssen Krupp di Torino, è stato presentato al Circolo dei lettori il volume “Vittime”, una raccolta di racconti di infortuni sul lavoro narrati dai tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

Due domande a...Roberto Calisti

Questo mese è il Dott. Roberto Calisti, del Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPreSAL) di Civitanova Marche - ASUR Marche – Area Vasta 3 a rispondere alle domande che abbiamo pensato di porre a chi in questi 20 anni, con ruoli e modalità differenti, ha accompagnato il lavoro del nostro Centro di Documentazione.

Il caregiver. Sogni e bisogni di chi si prende cura

Quali sono i bisogni di chi cura ovvero dei caregiver? Quali strategie resilienti adottare a livello individuale e di comunità? Come diffondere le esperienze efficaci, attive sul territorio, a loro supporto? Se n’è parlato a Torino, il 12 novembre 2018.

Prima degli applausi: storia di un infortunio

Qui, noi della compagnia, siamo un gruppo di amici, sono tanti anni che lavoriamo insieme in teatro. Questa sera ci sarà la prima e siamo tutti molto eccitati! Tutto è allestito, la scena è pronta, io sono l'elettricista del gruppo, ho 40 anni e lavoro nel teatro da almeno dieci, qui è tutto urgente e i tempi sono strettissimi.

La policy scolastica per la salute. Come costruirla?

Una policy scolastica per la salute è un documento scritto, che descrive una strategia di promozione e condivisione di scelte e azioni specifiche sul benessere psicofisico degli studenti, del personale della scuola e della comunità.

La forza dell'acqua

E’ la forza dell’acqua che ha causato la morte di Terenzio, un agricoltore del mantovano che stava lavorando nel cuore della notte per deviare l’acqua da un canale irriguo dopo che se ne era servito per bagnare il suo terreno.

Essere semplici e chiari fa bene alla salute!

Dors ripropone in una veste grafica rinnovata la guida dei CDC, "Semplice e chiaro!", strumento di agile fruizione e molto utile per chiunque debba realizzare materiali di comunicazione per la salute efficaci, di facile comprensione e attenti ai bisogni dei destinatari.

Promuovere salute: principi e strategie

Mercoledì 30 gennaio DoRS organizza la presentazione del libro Promuovere salute: principi e strategie. L’autrice, Patrizia Lemma, del Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche dell'Università degli Studi di Torino, dialogherà con alcuni esperti.

Gioco d’azzardo: in Piemonte vincono le azioni di prevenzione

Due recenti notizie sul contrasto al gioco d'azzardo patologico: i dati  indicano che le azioni messe in campo hanno determinato una riduzione dei soldi giocati e persi e  in sede giudiziaria sono state definitivamente  confermate le limitazioni poste dalla legge del Piemonte a tutela dei minori e delle categorie più a rischio.