CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Il catalogo identifica, dissemina e facilita la trasferibilità di esperienze di promozione e prevenzione della salute caratterizzate da un'esplicita attenzione al contrasto delle disuguaglianze.
Le esperienze sono descritte in schede sintetiche che è possibile selezionare a partire dalla tabella sottostante o dalla casella di ricerca guidata.

Tutorial


Area tematicaTarget
Bambini (di età 0-18 anni)Persone anzianeMigranti/gruppi etniciDonnePersone con disabilitàTutta la popolazione di un' area/quartiere/cittàLavoratori per la comunità/assistenti socialiStaff del comuneAltri target
Approccio integrato di promozione della salute a livello locale o nazionale268151182311812
Attività fisica964438323
Consumo: cibo e dieta sana921205105
Pianificazione e controllo urbano947639433
Spazi verdi535425121
Trasporto pubblico323214131
Pedonalità332236141
Scuole salutari1311102225
Sviluppo precoce del bambino31047015215
Casa334336321
Coesione sociale, capitale sociale149119815656
Rischi Ambientali524214312
Riduzione della povertà643244223
Gruppi di popolazione vulnerabili3011138111910517
Altri temi200100002

RICERCA GUIDATA

AREA TEMATICA :
TARGET :
 
 
Ricerca per parole libere :
Si consiglia di usare pochi termini, di non usare congiunzioni, preposizioni o articoli.
I termini saranno ricercati nei campi titolo, descrizione e parole chiave.
 
Documenti selezionati : 26
Cancella la selezione
Torna alla ricerca


🔵
Programma per la costruzione di comunità sane
Titolo originale: Building Healthy Communities Programme
Descrizione dell'intervento: Il Programma per la costruzione di comunità sane raccoglie diversi progetti che hanno come obiettivo comune affrontare le disuguaglianze sociali e sanitarie utilizzando approcci di sviluppo della comunità. Il Programma è stato suddiviso in due fasi per la realizzazione di varie iniziative. Durante la prima, sono state finanziate trentaquattro iniziative. Sulla base di questa esperienza, una seconda fase si è svolta dal 2005 al 2008, con altre 10 iniziative finanziate. Il programma ha incluso molti progetti diversi, e quindi sono state organizzate numerose e diverse attività per raggiungere l'obiettivo generale di affrontare le disuguaglianze sociali e sanitarie nella comunità. Tra queste vi sono le seguenti: valutazioni dell'impatto sulla salute e interventi mirati per aiutare una comunità specifica, focus group, sviluppo di DVD informativi sulla salute, moduli di formazione per i rappresentanti della salute della comunità.
Luogo dove è implementata la pratica: Irlanda
Parole chiave: sviluppo comunitario, interventi, risorse, health impact assessment, stakeholder
Visualizza scheda completa


🔵
Best: Bisogni Educativi Speciali Territoriali
Titolo originale: Best: Bisogni Educativi Speciali Territoriali
Descrizione dell'intervento: Intervento socio-educativo rivolto al bambino e alla famiglia per permettere loro di recuperare il gap intervenuto a ostacolare una normale evoluzione del bambino a diversi livelli (cognitivo, emozionale, relazionale, comportamentale). Obiettivi principali sono:
- Sostenere lo sviluppo armonico del bambino;
- Sostenere il nucleo famigliare dal punto di vista educativo, economico e sociale;
- Promuovere il benessere relazionale;
- Favorire lo sviluppo del capitale sociale del nucleo famigliare nel suo contesto di vita.
Best si pone obiettivi innanzitutto sul bambino e i suoi contesti di crescita, ma non tralascia obiettivi più ampi e generali di impatto sulle politiche di promozione della salute e prevenzione.
Luogo dove è implementata la pratica: Milano, zona 8 (Quarto Oggiaro), Italia
Parole chiave: infanzia, educazione, supporto
Visualizza scheda completa


🔵
Centro per la promozione della salute
Titolo originale: Health promotion centre
Descrizione dell'intervento: I centri per la promozione della salute (Health promotion centres - HPC) fanno parte dei centri di assistenza sanitaria primaria in tutta la Slovenia. Il loro ruolo principale è fornire interventi sugli stili di vita per contrastare i principali fattori di rischio delle malattie non trasmissibili, combinando approcci individuali e di popolazione. Gli HPC integrano attività precedentemente disperse nei centri di assistenza sanitaria, inclusa l'assistenza infermieristica di comunità. Tra il 2013 e il 2016, è stato sperimentato un nuovo modello (proseguito nel periodo 2017-2020), per garantire l'integrazione di differenti servizi indirizzati ai gruppi più vulnerabili. Il nuovo ruolo degli HPC è creare partnership con gli stakeholder chiave, inclusi i servizi sociali e le organizzazioni non governative (ONG), per migliorare la salute a livello di comunità. Sono stati istituiti team di promozione della salute per preparare strategie locali e piani di azione che rispondano alle esigenze dei diversi gruppi di popolazione, riducendo in questo modo le disuguaglianze di salute.
Luogo dove è implementata la pratica: 25 comunità locali in Slovenia
Parole chiave: prevenzione, benessere, soggetti vulnerabili
Visualizza scheda completa


🔵
Child FIRST
Titolo originale: Child FIRST
Descrizione dell'intervento: Child FIRST (Child and Family Interagency, Resource, Support, and Training) aiuta le famiglie in difficoltà a costruire relazioni forti e costruttive per curare e salvaguardare i bambini piccoli dall'impatto devastante dei traumi e dello stress cronico. Il programma si rivolge a:
-Bambini con problemi emotivi/comportamentali o di sviluppo/apprendimento;
-Famiglie alle prese con molteplici problematiche (come l'estrema povertà, la depressione materna, la violenza domestica, l'uso di sostanze, l'abuso e l'abbandono, l'incarcerazione e l'isolamento).
Child FIRST permette di fornire assistenza psicologica ai genitori e ai bambini insieme nelle loro case e, inoltre, mette in contatto le famiglie con i servizi di cui hanno bisogno per ridurre le situazioni di stress.
Luogo dove è implementata la pratica: Connecticut, successivamente estesa ad altri Stati in USA
Parole chiave: prima infanzia, supporto, early childhood development, genitorialità, maltrattamento infantile
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 7/12
Comuni per la salute della Comunità Valenciana: XarxaSalut
Titolo originale: Municipalities for health of the Comunitat Valenciana: XarxaSalut
Descrizione dell'intervento: XarxaSalut è la rete dei comuni della Comunità Valenciana che ha aderito al 4° Piano sanitario. Il programma è il risultato di una strategia politica per individuare i determinanti della salute e usa un approccio di salute in tutte le politiche, favorendo la collaborazione tra le diverse parti interessate per promuovere la salute. Per favorire l'implementazione del programma, XarxaSalut ha elaborato quattro linee guida per istituzioni, operatori sanitari e comunità. In questo contesto sono stati attivati corsi di formazione per gli amministratori locali e professionisti della salute.
Le attività sono strutturate in cinque fasi. Per ogni fase, sono stati descritti obiettivi, attività e una breve valutazione.
- Prima fase: il comune si unisce al programma per attuare azioni comunitarie per la salute.
- Seconda fase: nomina del rappresentante municipale e costituzione di un gruppo di lavoro (spazio di partecipazione).
- Terza fase: analisi della situazione sanitaria e mappa delle risorse sanitarie comunitarie - azioni prioritarie di promozione della salute.
- Quarta fase: progettazione e attuazione delle azioni.
- Quinta fase: valutazione, torna alla terza fase
Luogo dove è implementata la pratica: Valencia, Spagna
Parole chiave: pianificazione, comunità, inclusione
Visualizza scheda completa


🔵
De Leefplekmeter (Il sistema di misurazione dell'habitat)
Titolo originale: De Leefplekmeter
Descrizione dell'intervento: De Leefplekmeter (Il sistema di misurazione dell'habitat) rappresenta un adattamento al contesto olandese del tool "Place Standard " ideato in Scozia. Questo tool consente alle comunità, agli enti pubblici, ai gruppi di volontariato e ad altri di individuare quegli aspetti di un luogo csu cui è necessario puntare l'attenzione per migliorare la salute, il benessere e la qualità della vita delle persone. De Leefplekmeter si configura come un semplice framework per strutturare interviste su luogo e comunità. Il formato del questionario consente di valutare:
• lo spazio fisico - edifici, strade, spazi pubblici e spazi naturali che compongono un luogo
• lo spazio sociale - le relazioni, i contatti sociali e le reti di supporto che formano una comunità.
Le risposte possono essere visualizzate in forma di diagramma che permette di individuare a colpo d'occhio gli aspetti su cui intervenire.
Luogo dove è implementata la pratica: Olanda
Parole chiave: misurazione, interventi, ambiente costruito, ambiente naturale, priorità
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 8/12
Early start project
Titolo originale: Early start project
Descrizione dell'intervento: Early Start (il modello è il programma Healthy Start, opportunamente adattato) è un servizio di visite domiciliari indirizzato a famiglie con bambini che affrontano situazioni di stress e difficoltà. Le famiglie sono assegnate ad un operatore non professionista a supporto della famiglia, proveniente dalla comunità di appartenenza dei destinatari, che riceve formazione nei settori dell'assistenza infermieristica e sociale. L'operatore lavora con la famiglia fino a 5 anni di età del bambino, per affrontare una serie di problemi. L'obiettivo più generale del servizio è di offrire alle famiglie assistenza, supporto, empowerment e consigli per far fronte a questioni relative alla salute, al ruolo di genitori e a problemi del periodo prescolare.
Luogo dove è implementata la pratica: Christchurch, Nuova Zelanda
Parole chiave: prima infanzia, gestione integrata, early childhood development, interventi precoci, genitorialità
Visualizza scheda completa


🔵
Fast Track
Titolo originale: Fast Track
Descrizione dell'intervento: Fast Track è un intervento completo progettato per prevenire lo sviluppo di gravi problemi di condotta nei bambini ad alto rischio. Fast Track utilizza un "modello unificato di prevenzione" costituito da componenti sia universali che selettivi. L'intervento è diviso in due fasi : a) scuola elementare, e b) passaggio alle scuole medie e superiori, in coincidenza con il passaggio all'adolescenza. Le attività di prevenzione durante la scuola elementare (gradi 1-5) includono:
- Un programma didattico universale in classe guidato dall'insegnante, chiamato PATHS, diretto allo sviluppo di concetti emotivi, alla comprensione sociale e all'autocontrollo;
- Gruppi di formazione per i genitori progettati per promuovere lo sviluppo di relazioni positive tra famiglia e scuola e per insegnare ai genitori le capacità di gestione del comportamento;
- Visite a domicilio allo scopo di promuovere le capacità dei genitori di risolvere i problemi;
- Gruppi di formazione per le abilità sociali dei bambini;
La seconda fase dell'intervento riguarda i quattro settori fondamentali associati al successo dell'adattamento adolescenziale:
1) l'affiliazione e l'influenza tra pari,
2) i risultati accademici e l'orientamento accademico,
3) la cognizione sociale e lo sviluppo dell'identità,
4) le relazioni tra genitori e famiglia.
Luogo dove è implementata la pratica: Durham, Nashville, Pennsylvania, Seattle - USA
Parole chiave: bambini a rischio, scuola, life skill, intervento multicomponente, relazione genitore-bambino
Visualizza scheda completa


🔵
Guida per uno sviluppo urbano orientato alla salute
Titolo originale: Guide for Healthy Urban Development
Descrizione dell'intervento: La Guida per uno sviluppo urbano orientato alla salute mira ad aiutare gli operatori sanitari a fornire consulenza su politiche, piani e proposte di sviluppo urbano. Il suo fine è assicurare che tale consulenza sia completa e coerente per identificare quali sono gli effetti sulla salute della politica, del piano o della proposta di sviluppo urbano e per individuare i miglioramenti da mettere in atto per ottenere migliori esiti di salute. A questo scopo, la checklist, strumento di revisione e di commento dei piani di sviluppo, risulta essere utile per fornire input e consulenza fin dalle prime fasi possibili del processo di pianificazione e sviluppo urbano.
Inizialmente, gli utenti principali sono operatori del Servizio Sanitario Nazionale che utilizzeranno questo strumento standardizzato per orientare e fornire feedback e consigli, ad esempio, alle amministrazioni locali e agli sviluppatori sulle politiche e i piani di sviluppo urbano.
Lo scopo è valutare gli aspetti sanitari dello sviluppo urbano e supportare il coinvolgimento tra pianificatori urbani e professionisti sanitari e informare altri soggetti, per esempio i decisori politici, sui fattori da non trascurare in uno sviluppo urbano orientato alla salute.
Luogo dove è implementata la pratica: Paesi Baschi, Spagna
Parole chiave: monitoraggio, sviluppo comunitario, cooperazione
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 6/12
Guida “Metodologia per la salute di comunità”
Titolo originale: Guide “Methodology for Community based Health”
Descrizione dell'intervento: Il governo basco si è impegnato ad applicare l'approccio "Salute in tutte le politiche". Questo approccio coinvolge decisioni adottate in diversi settori che hanno un impatto in materia di salute e mira a migliorare e ad accrescere l'equità.
Nel contesto locale, sono promossi interventi a livello di popolazione con la partecipazione e il coinvolgimento attivo di professionisti e altri attori che favoriscono il modello "community health assets".
Per raggiungere questo obiettivo, le Reti Sanitarie Locali sono create secondo la Guida "Metodologia per la Salute Comunitaria". Diversi comuni hanno già creato reti locali orientate alla salute, con il supporto di professionisti sanitari del Governo Basco (Sistema di Salute e Sanità pubblica).
Luogo dove è implementata la pratica: Paesi Baschi, Spagna
Parole chiave: comunità, integrazione, servizi, intersettorialità
Visualizza scheda completa


🔵
Indicatori di equità della salute urbana
Titolo originale: Spatial Urban Health Equity Indicators (SUHEI)
Descrizione dell'intervento: Le differenze spaziali nelle condizioni ambientali urbane contribuiscono alle disuguaglianze sanitarie all'interno delle città. Gli studiosi, pertanto, rilevano la necessità di nuovi indicatori di equità della salute urbana che consentano di monitorare le disuguaglianze di salute nel luogo e nel tempo, in particolare all'interno di un quartiere della città. Per questo motivo è stato sviluppato SUHEI: Indicatori di Equità della Salute Urbana Spaziale, elaborato per il caso studio della città di Dortmund in Germania. SUHEI identifica gli indicatori dei fattori determinanti per la salute, lo stato e l'esposizione.
I fattori determinanti, che emergono su varie scale, da quella nazionale a quella sublocale, rappresentano fattori che motivano e spingono i processi ambientali o sociali coinvolti, come l'aumento della densità del traffico, la spesa pubblica o lo sviluppo urbano.
Gli indicatori di stato, che riflettono lo stato attuale, mappano i fattori di stress ambientale e le risorse concrete (oneri e benefici), così come le variabili rilevanti del contesto sociale, sia a livello di città che di quartiere.
Gli indicatori di esposizione mettono in relazione lo stato dell'ambiente con gli indicatori del contesto sociale, al fine di individuare spazialmente le disuguaglianze sanitarie, ad esempio, i quartieri in cui un alto livello di impatto acustico corrisponde a una quota sproporzionatamente più elevata di disoccupati o di abitanti svantaggiati.
Gli indicatori di esposizione, mappati a livello di quartiere, hanno lo scopo di guidare i pianificatori nell'identificazione dei punti in cui è necessario intraprendere azioni specifiche, mentre gli indicatori di stato e i determinanti aiutano a definire il tipo di misure da adottare.
Luogo dove è implementata la pratica: Olanda, Germania. Caso studio Dortmund
Parole chiave: monitoraggio, pianificazione urbanistica, città sane, determinanti di salute, ambiente urbano,
Visualizza scheda completa


🔵
Indice di inclusione sociale ed in particolare di partecipazione dei bambini
Titolo originale: Index of social inclusion in general and participation of children in particular
Descrizione dell'intervento: Questo indice rende visibili le disuguaglianze sociali, ambientali e di salute. In questo modo, è possibile influenzare indirettamente la salute delle persone. È possibile identificare problemi specifici in aree e gruppi target specifici fra i bambini di Gelsenkirchen (circa 40.000). La predisposizione degli interventi prevede il coinvolgimento di tutti i soggetti operanti nei seguenti settori di pianificazione: sociale, ambiente, promozione della salute, educazione, integrazione dei migranti, pianificazione urbana, infanzia e gioventù, prevenzione. Fra le misure implementate si segnalano workshop strategici nelle aree più svantaggiate e e la pianificazione di progetti con il coinvolgimento di attori del territorio come insegnanti, asili, club sportivi ecc.
Luogo dove è implementata la pratica: Gelsenkirchen, Germania
Parole chiave: infanzia, sviluppo sano, misurazione, priorità
Visualizza scheda completa


🔵
Lenzgesund
Titolo originale: Lenzgesund
Descrizione dell'intervento: Tra il 2001 e il 2012, l'autorità sanitaria di Amburgo-Eimsbüttel ha realizzato un programma di promozione della salute per bambini e genitori in un quartiere svantaggiato chiamato Lenzsiedlung. Il programma consisteva in diverse azioni mirate al rafforzamento sostenibile delle capacità della comunità. Le aree di intervento sono:
1. gravidanza
2. gravidanza / genitori minorenni (servizi per adolescenti)
3. supporto post-natale e aiuto nel primo anno
4. la vaccinazione
5. assistenza alla prima infanzia / formazione linguistica
6. assistenza sanitaria dentale
7. dieta, esercizio fisico e dipendenza
Inoltre, sono stati affrontati i seguenti temi trasversali: health literacy dei genitori, prevenzione della violenza.
Luogo dove è implementata la pratica: Amburgo, Germania
Parole chiave: famiglie, sviluppo comunitario, supporto
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 9/12
Modello regionale di presa in carico del bambino obeso
Titolo originale: Modello regionale di presa in carico del bambino obeso
Descrizione dell'intervento: La presa in carico del bambino obeso deve realizzarsi nell’ambito di una integrazione professionale e organizzativa tra pediatra di libera scelta (PLS) e medici specialisti, lasciando al pediatra ospedaliero la cura dell’obesità grave e complicata. Si realizza così una definizione dei rispettivi ruoli: del PLS per la gestione del sovrappeso (livello 1) e dell’obesità (livello 2) e del pediatra ospedaliero per contribuire alla gestione di obesità grave e complicata (livello 3), mantenendo al contempo una equipe multidisciplinare unica di supporto che garantisce unitarietà al percorso. In sintesi il modello si articola, nell’ambito di una integrazione tra territorio e ospedale, nei seguenti punti:
1. la prevenzione primaria e mirata dell’obesità infantile coinvolge in primo luogo i PLS nella promozione dell’allattamento al seno, nel monitoraggio antropometrico e nell’intercettazione precoce di sovrappeso e obesità;
2. lo sviluppo sul territorio di occasioni e strutture per la presa in carico e l’educazione terapeutica del bambino obeso e del nucleo familiare su tematiche relative all’alimentazione e allo stile di vita motorio che favoriscano un cambiamento duraturo dei comportamenti. La gestione del bambino obeso avviene in situazioni organizzate o in strutture specificamente attrezzate, contraddistinte da una coerente gestione complessiva, facilmente accessibili e con modalità tali da assicurare una elevata compliance al percorso proposto;
3. l’alleggerimento dell’impegno delle strutture ospedaliere, conseguente allo sviluppo della rete multidisciplinare, consente al pediatra ospedaliero di focalizzare l’attenzione sull’obesità grave e complicata.
Luogo dove è implementata la pratica: Emilia Romagna, Italia
Parole chiave: obesità, sovrappeso, servizi sanitari
Visualizza scheda completa


🔵
Open.med Monaco
Titolo originale: Open.med Munich
Descrizione dell'intervento: L'obiettivo principale di 'Open.med' è migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria di base per tutte le persone in Germania, indipendentemente dalla residenza legale o dal loro reddito. L'intervento opera nella convinzione che l'assistenza sanitaria sia un diritto umano fondamentale che dovrebbe essere disponibile per tutti. Per questo motivo, Open.med si rivolge principalmente ai meno abbienti e ad altri gruppi vulnerabili che non hanno accesso all'assistenza sanitaria. Tra questi vi sono le persone senza residenza legale e i cittadini tedeschi e dell'Unione Europea (soprattutto provenienti da Bulgaria e Romania) che non possono permettersi i premi dell'assicurazione sanitaria. Il programma prevede un servizio di consulenza medica e psicosociale anonimo e gratuito per coloro che non possono ottenere un'assicurazione sanitaria, principalmente a causa di restrizioni legali, amministrative o finanziarie. Il servizio viene fornito presso una clinica a Monaco di Baviera, e le aree di intervento sono:
-Gravidanza
-Salute dei bambini
-Consulto con medici e infermieri
-Prescrizioni e medicinali
-Salute sessuale e contraccettivi
-Supporto psicologico
-Vittime di violenza
-Consulenza telefonica sull'assistenza sanitaria nel caso di persone impossibilitate a recarsi in clinica.
Luogo dove è implementata la pratica: Germania
Parole chiave: universalità, gruppi vulnerabili, cure, accesso ai servizi
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 11/12
P.I.P.P.I.
Titolo originale: P.I.P.P.I. Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione
Descrizione dell'intervento: Il Programma P.I.P.P.I. persegue la finalità di intervenire nei confronti delle famiglie negligenti, con lo scopo di ridurre il rischio di allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine. PIPPI intende ridurre il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini, aumentare la sicurezza dei bambini e migliorare il loro funzionamento psicosociale e cognitivo, promuovere o migliorare la genitorialità responsiva, lavorare in modo trasversale, articolando in modo coerente fra loro i diversi ambiti di azione coinvolti. PIPPI è un programma multicomponente che prevede una pre-valutazione dell'ambiente familiare e dello sviluppo del bambino, una progettazione ad hoc dell’intervento, la concreta realizzazione del programma, che comprende quattro principali tipologie di azione - forme di collaborazione tra scuole-famiglie e servizi; attivazione di percorsi di educativa domiciliare centrati sulle relazioni genitori-figli-ambiente sociale; attivazione di gruppi per genitori e, laddove possibile, di gruppi per i bambini; attivazione di famiglie d’appoggio per ogni famiglia target. Il Programma P.I.P.P.I. è il risultato di una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova, i servizi sociali, e di protezione e tutela minori nello specifico, cooperative del privato sociale, alcune scuole, alcune Asl che gestiscono i servizi sanitari delle 10 Città italiane aderenti.
Luogo dove è implementata la pratica: Italia
Parole chiave: maltrattamento infantile; trascuratezza infantile; genitorialità responsiva;
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 9/12
Parco pubblico per la salute ad Alby
Titolo originale: Alby folkhälsopark (public health park in Alby)
Descrizione dell'intervento: La salute pubblica nel comune di Botkyrka è distribuita in modo disuguale tra genere e quartieri. In particolare, nell'area urbana di Alby, solo il 60 percento della popolazione ritiene buona la propria salute, in confronto al 72% di tutto il comune. Vi sono disuguaglianze di salute e nella pratica di attività fisica anche tra ragazzi e ragazze a sfavore di queste ultime.
Nell’ambito del programma “Future Alby”, è stato ridisegnato e riqualificato un parco pubblico cittadino molto frequentato per favorire la coesione sociale ed incentivare la pratica dell’attività fisica anche tra le ragazze.
L'intervento si è sviluppato in una zona deprivata nella regione di Stoccolma ed ha previsto la riqualificazione di un parco cittadino, diventato un Parco di Salute. Sono stati organizzati 3 incontri per l'analisi dei bisogni con 2 gruppi di ragazze (13-18 anni). Sulla base dei risultati, il parco è stato progettato per contenere:
• un caffè,
• coltivazione con pallet, compreso l'orto a cui hanno partecipato gli anziani del vicinato, i bambini e il personale della scuola materna,
• campo da basket con tribune e pavimento colorato secondo le indicazioni delle ragazze partecipanti,
• sport - tek, gestito da un'associazione senza scopo di lucro che presta attrezzature sportive a persone gratuitamente,
• spazi per la danza,
• una cabina di cemento, che resiste alle intemperie, è stata costruita accanto alla palestra all'aperto con attrezzature DJ complete, con vari punti di diffusione della musica all’interno del parco,
• pista di pattinaggio portatile che può essere sistemata sul prato artificiale,
• area barbecue con posti a sedere,
• graffiti
Luogo dove è implementata la pratica: Botkyrka, Stoccolma, Svezia
Parole chiave: verde pubblico, movimento, gender gap, tempo libero
Visualizza scheda completa


🔵
Progetto Mihsalud (uomini, donne, bambini, insieme per promuovere la salute)
Titolo originale: Mihsalud project (men, women, children, building health together)
Descrizione dell'intervento: Mihsalud è un programma di promozione della salute destinato alle popolazioni a rischio che vivono in contesti urbani. Ha l'obiettivo di riallineare i servizi sanitari e aumentare le potenzialità delle persone attraverso figure di spicco della comunità formate come agenti sanitari nell'ambito delle attività di educazione tra pari.
Gli interventi di promozione della salute sono portati avanti nella comunità con un focus interculturale e di genere, considerandola uno spazio di convivenza dove le persone si riuniscono.
Il programma ha previsto la formazione di agenti della salute provenienti dalla comunità (Community Based Health Agents) allo scopo di
- Rivitalizzare i quartieri coinvolti,
- Migliorare l’accesso ai servizi sociali e sanitari,
- Favorire la realizzazione di una mappa delle risorse,
- Aprire punti di informazione sanitaria,
-Organizzare spazi di discussione seminariali.
Luogo dove è implementata la pratica: Spagna, Valencia
Parole chiave: empowerment, inclusione, peer education
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 7/12
Programma per genitori adolescenti
Titolo originale: Adolescent parenting programme
Descrizione dell'intervento: Il programma per genitori adolescenti supporta le agenzie locali e i dipartimenti dei servizi sociali nel rafforzare i servizi di prevenzione per adolescenti incinte o già genitori.
Il programma si pone l'obiettivo di aumentare l'autosufficienza tra le ragazze adolescenti incinte e di accrescere gli esiti inerenti lo sviluppo del bambino.
Il programma consiste in visite domiciliari, piani con obiettivi personalizzati, servizi di case management, sessioni educative di gruppo, creazione di legami nella comunità per garantire la continuazione della scuola e l'accesso all'assistenza sanitaria, supporto per il lavoro e lo studio, il miglioramento dei sistemi che aiutano le mamme adolescenti.
Luogo dove è implementata la pratica: USA - North Carolina
Parole chiave: sostegno,maternità, adolescenza, gravidanza, early childhood development
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 6/12
Programmi formativi per ridurre l’aggressività (ART)
Titolo originale: Aggression replacement training (ART)
Descrizione dell'intervento: ART è un intervento multimodale, un programma di gruppo di tipo cognitivo comportamentale somministrato da uno staff opportunamente formato, per migliorare le abilità sociali e il ragionamento morale, ridurre l'aggressività, insegnare a gestire la rabbia di giovani sfidanti e a rischio di condotte delinquenziali.
Il programma consiste nella trasmissione di abilità, nell'insegnamento di comportamenti pro sociali, un metodo per aumentare empowerment nei giovani, autorizzarli a modificare la loro risposta alla rabbia e formarli al ragionamento morale, motivarli a mettere in atto le competenze apprese. L' intervento ART viene implementato secondo un programma di 10 settimane.
Luogo dove è implementata la pratica: Australia
Parole chiave: adolescenza, sostegno, emozioni, life skill, intervento educativo
Visualizza scheda completa


🔵
Programmi modello SNAP® (Stop Now And Plan)
Titolo originale: SNAP® (Stop Now And Plan) Model Programs
Descrizione dell'intervento: SNAP® è un programma cognitivo comportamentale multicomponente, basato su prove d'efficacia, specifico per i bambini a rischio di età compresa tra i 6 e gli 11 anni con gravi problemi di comportamento dirompente (aggressività, violazione delle regole e problemi di condotta) e le loro famiglie. SNAP si concentra sull'insegnamento ai bambini (e ai loro genitori/caregiver) della regolazione delle emozioni, dell'autocontrollo e delle capacità di risolvere i problemi, con particolare enfasi sulla sfida alle distorsioni cognitive, sulla sostituzione con un pensiero realistico e sull'aiuto ai bambini a fare scelte migliori al momento. L'obiettivo è quello di migliorare le competenze sociali, riducendo i comportamenti di disturbo, il rischio di contatti con la polizia e i problemi disciplinari, migliorando al contempo le capacità di gestione dei genitori.
SNAP utilizza un curriculum strutturato, giochi di ruolo e discussioni agevolate per aiutare i bambini a imparare a identificare i fattori scatenanti e a creare connessioni tra le risposte fisiologiche del loro corpo (o "spunti corporei"), i pensieri, i sentimenti e le risposte emotive. Questo aiuta a favorire lo sviluppo di efficaci capacità di regolazione delle emozioni per aiutarli a calmarsi e a elaborare un piano d'azione efficace. Per garantire il successo, questi piani devono:
a) mantenere piccoli i problemi dei bambini,
b) farli sentire vincitori,
c) evitare di fare del male a qualcuno, a qualcosa o a se stessi .
I gruppi di bambini e genitori sono il luogo in cui si insegna la tecnica SNAP e in cui si gettano le basi per ulteriori componenti del trattamento SNAP in base al rischio e al bisogno. Inoltre, lo SNAP Parent Group fornisce ai caregiver strategie efficaci di gestione del bambino con un'enfasi particolare sulla sfida alle distorsioni cognitive o agli errori di pensiero, sulla riduzione dell'isolamento e sul miglioramento delle relazioni genitore-figlio.
Luogo dove è implementata la pratica: Canada
Parole chiave: infanzia, sviluppo emotivo, relazione genitore-bambino, genitorialità, comportamenti a rischio,
Visualizza scheda completa


🔵
Ristrutturazione sociale a Overvecht, Utrecht
Titolo originale: Social renovation in Overvecht, Utrecht
Descrizione dell'intervento: L'intervento ha luogo nella città di Utrecht ed è realizzato nel contesto di un piano generale di rigenerazione del quartiere "Samen voor Overvecht" che è stato lanciato nel febbraio 2019. E' articolato in sei momenti: inizialmente è prevista una fase di esplorazione, in cui i dipendenti della società immobiliare, insieme a un'assistente sociale e un' assistente della comunità, effettuano visite porta a porta negli appartamenti da ristrutturare. La cooperazione tra queste figure professionali offre la possibilità di gestire anche situazioni sociali complesse che prescindono dalle condizioni dell'abitazione. Per acquisire la fiducia dei residenti si affrontano e risolvono problematiche urgenti come la pulizia dell'ambiente di vita e la sicurezza. Nel corso dell'intervento è prevista anche la possibilità di interazione tra chi ha bisogni particolari e chi, all'interno dello stesso quartiere, può soddisfarli. Altre attività comportano la messa a disposizione di un appartamento e di un' auto per lo svolgimento di attività comuni.Ogni condominio viene ristrutturato sulla base delle esigenze di chi ci abita. L'ultima fase prevede un'attività di monitoraggio dell'intervento. In questa fase viene anche elargito un piccolo budget che i residenti possono gestire per contribuire alla loro vivibilità. L'intero sistema è progettato per contribuire e preferibilmente migliorare le condizioni personali dei residenti, invece di migliorare solo le loro condizioni abitative.
Luogo dove è implementata la pratica: Utrecht, Olanda
Parole chiave: riqualificazione, comunità, inclusione
Visualizza scheda completa


🔵
Romania: Protezione dell'allattamento al seno per la salute di neonati e bambini, in particolare provenienti da famiglie vulnerabili
Titolo originale: Romania: Protection of breastfeeding for the health of infants and young children especially in vulnerable families
Descrizione dell'intervento: In Romania, i dati raccolti tra il 2004 e il 2011 mostrano una forte propensione all'allattamento al seno da parte delle madri al momento della dimissione dalle strutture di maternità. Nel 2004, il 37% allattava ancora esclusivamente al seno a 6 mesi, ma questa percentuale sembra essersi ridotta drasticamente a solo il 12% circa nel 2011 - molto al di sotto dell'obiettivo degli Stati membri del 2025 di "almeno il 50% di allattamento al seno esclusivo per i primi 6 mesi".Tra il 2008 e il 2013 in questo Paese si è registrato un tasso di crescita annuo di quasi il 5% delle vendite di latte artificiale, per un valore di 78,5 milioni di dollari all'anno.
A causa dei gravi rischi associati alla riduzione dell'allattamento al seno, il Parlamento rumeno ha votato per il controllo di tutte le forme di promozione dei sostituti del latte materno, includendo la sponsorizzazione da parte dei produttori di sostituti del latte materno nelle strutture rumene per i servizi di maternità e neonatale. Per questo, la legge 207/2016 cerca di proteggere l'allattamento al seno come la fonte di nutrizione più appropriata nei primi 6 mesi. Questa nuova legge non solo contribuirà a ridurre le disuguaglianze nella salute materna e infantile in Romania, ma può fungere da esempio per l'attuazione da parte di altri Stati membri dell'UE
Luogo dove è implementata la pratica: Romania
Parole chiave: prima infanzia, maternità, nutrizione, politica, legislazione
Visualizza scheda completa


🔵
Schutzengel (Angelo Custode) - Sostegno alle giovani famiglie in difficoltà
Titolo originale: Schutzengel (Guardian Angel) - Support for Young Families in Difficulty
Descrizione dell'intervento: Schutzengel lavora con le famiglie per sostenere i genitori e i bambini nella vita quotidiana e nelle situazioni di crisi. I fornitori di servizi, i volontari e gli altri genitori che offrono il loro aiuto intendono affiancare i genitori nell'affrontare le difficoltà in modo sostenibile.
Grazie al lavoro di rete del progetto con le istituzioni governative e non governative, le famiglie che hanno bisogno di sostegno possono essere indirizzate in modo rapido ed efficiente ai servizi appropriati. Le principali attività svolte sono di seguito riportate:
1) Collegamenti con i servizi di ostetricia locali.
L'ostetrica di famiglia collabora con un ospedale locale per sostenere le giovani donne/famiglie durante la gravidanza e dopo il parto. Questo sostegno si estende oltre il consueto limite delle cure post-parto finanziate dall'assicurazione di routine. L'ostetrica svolge anche un'assistenza preventiva precoce e aiuta le donne/famiglie spesso stressate e sopraffatte da preoccupazioni e problemi di salute, a cui si aggiunge un neonato.
2) Caffè/ punti di incontro per i genitori.
In questi contesti è offerta ai genitori l'opportunità di incontrarsi, di discutere le loro esperienze con i coetanei e di condividere strategie di gestione, avvalendosi anche della consulenza di apposito personale sanitario.
3) "Angelo custode" della famiglia.
Un "compagno di famiglia" che sostiene le giovani famiglie in collaborazione con la parrocchia soprattutto per fare fronte alle esigenze della vita quotidiana. Laddove opportuno, ai genitori viene offerto l'accesso a corsi per aiutarli a gestire lo stress e l'ansia e sviluppare una maggiore resilienza.
Luogo dove è implementata la pratica: Germania
Parole chiave: prima infanzia, sviluppo sano, early childhood development, comunità, benessere dei genitori
Visualizza scheda completa


🤩3/12
Valutazione delle risorse idriche e igienico-sanitarie nelle scuole rurali e necessità di investimenti per il loro miglioramento
Titolo originale: Assessment of water, sanitation and hygiene in rural schools and investment needs for their improvement
Descrizione dell'intervento: Il progetto valuta l'accesso all'acqua potabile sicura e ai servizi igienico-sanitari per i bambini delle scuole primarie delle regioni rurali di 12 comuni in Serbia. Sono state coinvolte 238 strutture scolastiche in ambienti rurali frequentate da circa 11 mila bambini di età compresa tra i 6 e i 15 anni.
Lo studio mostra che l'approvvigionamento di acqua potabile, l'adeguatezza dei servizi igienico-sanitari, gli impianti di lavaggio delle mani, lo smaltimento dei rifiuti e le condizioni igieniche generali sono garantiti in quasi tutte le scuole esaminate. Sono stati rilevati alcuni problemi tecnici, per i quali è possibile trovare soluzioni relativamente semplici e ad un costo ragionevole.
La ricerca evidenzia la necessità di prevedere investimenti nell'igiene dei servizi igienici, nell’educazione dei bambini sull'igiene personale, in particolare sulla gestione dell'igiene mestruale, di porre maggiore attenzione alle necessità dei bambini con disabilità o con problemi di salute.
Luogo dove è implementata la pratica: 12 comuni in Serbia
Parole chiave: Acqua, igiene, scuola
Visualizza scheda completa


🔵
“GRÜNAU BEWEGT sich” Promozione della salute basata sulla comunità per prevenire l'obesità infantile in un distretto socialmente deprivato
Titolo originale: “GRÜNAU BEWEGT sich” Community-based health promotion to prevent childhood obesity in a socially deprived district
Descrizione dell'intervento: La prevenzione dell'obesità nei bambini richiede interventi complessi che riguardano fattori individuali e ambientali. Seguire un approccio partecipativo basato sulla comunità crea condizioni di promozione della salute per prevenire l'obesità infantile in un quartiere deprivato. Seguendo modelli logici (PRECEDE-PROCEED e l'Intervention Mapping Protocol) sono stati sistematicamente sviluppati interventi sulla dieta, l'attività fisica e lo sviluppo delle capacità. Tenendo conto delle condizioni locali, gli interventi agiscono a vari livelli (bambino, famiglia, organizzazione, comunità).
Si rivolgono a personale educativo di asili e scuole, bambini e genitori e coinvolgono diversi attori (comuni, associazioni, assicurazioni sanitarie, commercianti).
Luogo dove è implementata la pratica: Germania – Sassonia - città di Leipzig - distretto Leipzig-Grünau
Parole chiave: infanzia, sviluppo sano, partecipazione, stili di vita, life skill,
Visualizza scheda completa
 



Ricerca per Macro Obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2020-2025


Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute