CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Il catalogo identifica, dissemina e facilita la trasferibilità di esperienze di promozione e prevenzione della salute caratterizzate da un'esplicita attenzione al contrasto delle disuguaglianze.
Le esperienze sono descritte in schede sintetiche che è possibile selezionare a partire dalla tabella sottostante o dalla casella di ricerca guidata.

Tutorial


Area tematicaTarget
Bambini (di età 0-18 anni)Persone anzianeMigranti/gruppi etniciDonnePersone con disabilitàTutta la popolazione di un' area/quartiere/cittàLavoratori per la comunità/assistenti socialiStaff del comuneAltri target
Approccio integrato di promozione della salute a livello locale o nazionale268151182311812
Attività fisica964438323
Consumo: cibo e dieta sana921205105
Pianificazione e controllo urbano947639433
Spazi verdi535425121
Trasporto pubblico323214131
Pedonalità332236141
Scuole salutari1311102225
Sviluppo precoce del bambino31047015215
Casa334336321
Coesione sociale, capitale sociale149119815656
Rischi Ambientali524214312
Riduzione della povertà643244223
Gruppi di popolazione vulnerabili3011138111910517
Altri temi200100002

RICERCA GUIDATA

AREA TEMATICA :
TARGET :
 
 
Ricerca per parole libere :
Si consiglia di usare pochi termini, di non usare congiunzioni, preposizioni o articoli.
I termini saranno ricercati nei campi titolo, descrizione e parole chiave.
 
Documenti selezionati : 9
Cancella la selezione
Torna alla ricerca


🔵
Guida per uno sviluppo urbano orientato alla salute
Titolo originale: Guide for Healthy Urban Development
Descrizione dell'intervento: La Guida per uno sviluppo urbano orientato alla salute mira ad aiutare gli operatori sanitari a fornire consulenza su politiche, piani e proposte di sviluppo urbano. Il suo fine è assicurare che tale consulenza sia completa e coerente per identificare quali sono gli effetti sulla salute della politica, del piano o della proposta di sviluppo urbano e per individuare i miglioramenti da mettere in atto per ottenere migliori esiti di salute. A questo scopo, la checklist, strumento di revisione e di commento dei piani di sviluppo, risulta essere utile per fornire input e consulenza fin dalle prime fasi possibili del processo di pianificazione e sviluppo urbano.
Inizialmente, gli utenti principali sono operatori del Servizio Sanitario Nazionale che utilizzeranno questo strumento standardizzato per orientare e fornire feedback e consigli, ad esempio, alle amministrazioni locali e agli sviluppatori sulle politiche e i piani di sviluppo urbano.
Lo scopo è valutare gli aspetti sanitari dello sviluppo urbano e supportare il coinvolgimento tra pianificatori urbani e professionisti sanitari e informare altri soggetti, per esempio i decisori politici, sui fattori da non trascurare in uno sviluppo urbano orientato alla salute.
Luogo dove è implementata la pratica: Paesi Baschi, Spagna
Parole chiave: monitoraggio, sviluppo comunitario, cooperazione
Visualizza scheda completa


🔵
Il programma Amsterdam Healthy Weight
Titolo originale: Amsterdam Healthy Weight Programme
Descrizione dell'intervento: Il presente caso studio ha come oggetto la città Amsterdam in cui, nel 2013, il 21% dei minori di 18 anni risultava essere sovrappeso o obeso. Per contrastare questo fenomeno e le conseguenti ricadute in ambito sanitario, sociale e socioeconomico, è stato ideato il programma Amsterdam Healty Weight allo scopo di garantire che tutti i bambini di Amsterdam raggiungano un peso sano entro il 2033.
Il modello teorico che ha ispirato e guida tutt'ora il programma è il modello “ad arcobaleno" di Dahlgren e Whitehead che permette di evidenziare tutti i fattori, dal più vicino al più lontano, in grado di influenzare il comportamento dell'individuo.Il programma Amsterdam Healthy Weight riconosce che bambini e genitori hanno bisogno di essere sostenuti per fare la scelta giusta, e la città di Amsterdam deve garantire che siano presenti le giuste condizioni per compiere scelte più sane e consentire un "cambiamento di paradigma".Il comune ritiene che questo cambiamento porterà a comportamenti più sani: in particolare, mangiare cibi più sani, fare più esercizio fisico e dormire meglio.
Il programma si impegna con la società civile e con le organizzazioni della comunità, in particolare per sviluppare programmi di sostegno per i quartieri, le comunità locali e le e le reti e organizzazioni informali. A questo scopo, sono stati creati collegamenti con programmi complementari all'interno di Amsterdam, tra cui "Moving Amsterdam", "Amsterdam Poverty Programme" e "Amsterdam Food Strategy". In questo modo, è stato implementato un approccio coordinato tra i vari dipartimenti del governo municipale.
Luogo dove è implementata la pratica: Amsterdam
Parole chiave: obesità infantile, stile di vita sano, lavoro di rete
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 8/12
Iniziative per la promozione di abitudini alimentari salutari nei Paesi Baschi
Titolo originale: Initiatives for healthy eating habits in the Basque Country
Descrizione dell'intervento: Il progetto "Iniziative per un'alimentazione sana nei Paesi Baschi" è un processo innovativo a cui hanno partecipato professionisti di diversi settori coinvolti nell'alimentazione. La pratica ha lo scopo di aumentare la consapevolezza e generare stimoli e opportunità per diffondere buone abitudini alimentari attraverso la collaborazione della popolazione, delle amministrazioni e di tutti i settori che offrono cibo o influenzano attivamente le abitudini alimentari delle persone. In questo modo è possibile frenare l’aumento di malattie come ipertensione, ipercolesterolemia, obesità, diabete o malattie cardiovascolari.
Sono state elaborate soluzioni raggiungibili nel breve-medio termine. Al momento si segnalano 18 iniziative in diverse fasi di attuazione:
1 Mappa delle risorse
2 Fonti di informazione rilevanti
3 Aggiornamento a 360° delle mense scolastiche
4 Prodotti di distribuzione intelligente e salutare
5. Guida multimediale "Come guadagnare quote di mercato attraverso un'offerta sana?
6 Programma progressivo di riduzione del sale
7 Sostegno ai professionisti della salute nella promozione del cibo sano
8 Ecosistema educativo sano
9 App "Lega del mangiare sano" per i giovani
10 Concorso di idee per i giovani (da utenti a costruttori)
11 Mense sane sul posto di lavoro
12 Creare un trend: una spinta mediatica per un'alimentazione sana
13 Calendario multicanale di frutta e verdura di stagione
14 Collaboratori alimentari: spazi ed esperienze per correggere le abitudini
15 Nodo di rivitalizzazione e risonanza
16 Aggiornamento dei termini contrattuali generali per le cucine centrali e programma di monitoraggio
17 Sorveglianza dell'etichettatura e della composizione nutrizionale degli alimenti
18 Consumo salutare e consapevole di alimenti speciali
Luogo dove è implementata la pratica: Paesi Baschi, Spagna
Parole chiave: alimentazione, dieta sana, prevenzione
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 12/12
Madri peer educator nelle scuole in un contesto socio-economico deprivato
Titolo originale: Madri peer educator nelle scuole in contesto socio-economico deprivato
Descrizione dell'intervento: L'intervento ha previsto un iniziale incontro con la dirigenza scolastica e con gli insegnanti degli istituti coinvolti per condividere la proposta d'intervento. Nel corso del primo incontro tra genitori (per lo più mamme), insegnanti e operatori sanitari dell'ASL, sono stati illustrati i principi di una sana e corretta alimentazione.
Nella stessa sede le mamme, con la partecipazione delle docenti, hanno individuato le difficoltà nel far seguire una corretta alimentazione, sia a scuola che a casa, rispettivamente al proprio figlio ed ai propri alunni. Le criticità emerse sono state organizzate dalle madri in un "Albero dei Problemi".
Le mamme convenivano che all'origine di gran parte dei problemi vi era la non conoscenza da parte dei genitori del valore nutrizionale degli alimenti e l'incapacità di condizionare le scelte alimentari dei propri figli. Il secondo incontro tra mamme, insegnanti e operatori sanitari si è svolto a distanza di 7-10 giorni dal precedente.
Durante questo incontro le mamme, con il supporto degli insegnanti e degli operatori sanitari, hanno trovato le soluzioni e si sono impegnate a realizzarle con l'aiuto degli insegnanti. Nel corso dell'incontro gli operatori sanitari hanno spiegato i principi di una sana alimentazione e i criteri per acquistare gli alimenti in modo consapevole: è stato costruito, in modo speculare "all'albero dei problemi", "l'albero delle soluzioni".
Le proposte operative più condivise tra le madri sono state: la "settimana della merenda sana" ed il "giorno delle verdure". Nella settimana della merenda sana tutti i bambini di una classe portavano a scuola una merenda salutare, ogni giorno diversa ma uguale per tutti i bambini. Nel giorno delle verdure il principio seguito era lo stesso.
Luogo dove è implementata la pratica: Napoli, Italia
Parole chiave: infanzia, nutrizione sana, educazione, dieta sana, educazione tra pari
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 9/12
Modello regionale di presa in carico del bambino obeso
Titolo originale: Modello regionale di presa in carico del bambino obeso
Descrizione dell'intervento: La presa in carico del bambino obeso deve realizzarsi nell’ambito di una integrazione professionale e organizzativa tra pediatra di libera scelta (PLS) e medici specialisti, lasciando al pediatra ospedaliero la cura dell’obesità grave e complicata. Si realizza così una definizione dei rispettivi ruoli: del PLS per la gestione del sovrappeso (livello 1) e dell’obesità (livello 2) e del pediatra ospedaliero per contribuire alla gestione di obesità grave e complicata (livello 3), mantenendo al contempo una equipe multidisciplinare unica di supporto che garantisce unitarietà al percorso. In sintesi il modello si articola, nell’ambito di una integrazione tra territorio e ospedale, nei seguenti punti:
1. la prevenzione primaria e mirata dell’obesità infantile coinvolge in primo luogo i PLS nella promozione dell’allattamento al seno, nel monitoraggio antropometrico e nell’intercettazione precoce di sovrappeso e obesità;
2. lo sviluppo sul territorio di occasioni e strutture per la presa in carico e l’educazione terapeutica del bambino obeso e del nucleo familiare su tematiche relative all’alimentazione e allo stile di vita motorio che favoriscano un cambiamento duraturo dei comportamenti. La gestione del bambino obeso avviene in situazioni organizzate o in strutture specificamente attrezzate, contraddistinte da una coerente gestione complessiva, facilmente accessibili e con modalità tali da assicurare una elevata compliance al percorso proposto;
3. l’alleggerimento dell’impegno delle strutture ospedaliere, conseguente allo sviluppo della rete multidisciplinare, consente al pediatra ospedaliero di focalizzare l’attenzione sull’obesità grave e complicata.
Luogo dove è implementata la pratica: Emilia Romagna, Italia
Parole chiave: obesità, sovrappeso, servizi sanitari
Visualizza scheda completa


🔵
Opzioni salutari per gli ambienti nutrizionali nelle scuole (HEALTY ones)
Titolo originale: Healthy options for nutrition environments in schools (HEALTHY ones)
Descrizione dell'intervento: Lo studio Opzioni salutari per gli ambienti nutrizionali nelle scuole (HEALTY ones) è stato uno studio di gruppo randomizzato basato su prove di salute pubblica (EBPH) che ha adattato il modello di processo di miglioramento rapido dell'Institute for Healthcare Improvement (IHI) per implementare la politica nutrizionale scolastica e il cambiamento ambientale. L'intervento mirava a prevenire l'aumento dei tassi di obesità negli studenti delle scuole elementari in un distretto scolastico a basso reddito. Un distretto scolastico a basso reddito si è offerto volontario per partecipare allo studio. Tutte le scuole del distretto hanno accettato di partecipare (elementare = 6, media = 2) e sono state assegnate in modo casuale all'interno del tipo di scuola alle condizioni di intervento (n = 4) e di controllo (n = 4) dopo un anno di verifica ambientale di base. Gli obiettivi dell'intervento erano:
1) eliminare cibi e bevande malsane nel campus,
2) sviluppare servizi di nutrizione come fonte principale nel campus per un'alimentazione sana (HE),
3) promuovere il personale scolastico come modello per un'alimentazione sana.
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Parole chiave: dieta sana, stili di vita, scuola, obesità infantile, prevenzione
Visualizza scheda completa


🔵
PRALIMAP-INES (Promozione del cibo e dell'attività fisica - Disuguaglianze di salute )
Titolo originale: PRALIMAP-INES (PRomotion de l’ALIMentation et de l’Activité Physique - INÉgalités de Santé )
Descrizione dell'intervento: La sperimentazione PRALIMAP-INÈS comprende adolescenti classificati in 2 gruppi secondo il punteggio della Family Affluence Scale (FAS): abbienti (FAS > 5) e meno abbienti. A tutti gli adolescenti viene offerta una gestione standard delle cure, basata sul principio dell'educazione del paziente attraverso 5 sessioni collettive.
A 2/3 degli adolescenti meno abbienti viene offerta una gestione delle cure rafforzata con attività individuali basate sui loro bisogni e finalizzate a superare le principali barriere che si ipotizzano siano alla base delle disuguaglianze sociali in materia di salute.
L'obiettivo primario della sperimentazione PRALIMAP-INÈS è quello di valutare l'efficacia di un intervento a livello scolastico per affrontare le disuguaglianze sociali negli adolescenti in sovrappeso attraverso tre modalità di confronto:
- una gestione dell'assistenza rafforzata negli adolescenti a basso livello socioeconomico rispetto a una gestione standard dell'assistenza negli adolescenti ad alto livello socioeconomico,
- una gestione dell'assistenza standard negli adolescenti con un alto livello socioeconomico rispetto agli adolescenti con un basso livello socioeconomico,
- una gestione dell'assistenza rafforzata rispetto a una gestione dell'assistenza standard negli adolescenti a basso reddito.
Luogo dove è implementata la pratica: Vosges, Francia
Parole chiave: stili di vita, dieta sana, intervento educativo, supporto individuale
Visualizza scheda completa


🔵
Riduzione delle disuguaglianze di salute: promozione della salute in contesti emarginati
Titolo originale: Reducing health inequalities - health promotion in excluded localities
Descrizione dell'intervento: Obiettivo del progetto era contribuire a ridurre le disuguaglianze di salute aumentando l' health literacy o alfabetizzazione rispetto alla salute. Il progetto è focalizzato su numerose attività volte a migliorare la salute della popolazione target e a migliorare la promozione di uno stile di vita salutare.
Tra le attività previste: interventi di educazione alla salute nelle scuole, Giorni sani per la popolazione, promozione di attività fisica indirizzata all'infanzia, alimentazione sana per i bambini, educazione e attività di rete con diversi partner che lavorano in contesti di emarginazione.
Luogo dove è implementata la pratica: Repubblica Ceca
Parole chiave: stili di vita, coinvolgimento, comunità
Visualizza scheda completa


🔵
Un modello interdisciplinare per accrescere la capacità del personale odontoiatrico
Titolo originale: An interdisciplinary model to increase dental workforce capacity
Descrizione dell'intervento: Questo programma per la salute orale utilizza un modello interdisciplinare volto a migliorare l'accesso alle cure preventive per la salute orale per i bambini poveri di età inferiore ai 5 anni in Ohio, USA. L'intervento è stato realizzato a partire da un programma di promozione della salute già esistente per le famiglie a basso reddito (Donne, Neonati, Bambini =WIC), raggiungendo i bambini più vulnerabili. L'intervento ha collegato i servizi di assistenza sanitaria preventiva per la salute orale con i servizi presenti in due sedi del programma WIC. Un infermiere pediatrico specializzato in ambito dentistico si è occupato della formazione di un dietologo professionista per quanto concerne la valutazione della salute orale pediatrica e l'applicazione di una vernice al fluoro per i bambini in tenera età.
Durante ogni visita, i genitori (o i tutori) hanno così potuto approfondire argomenti quali uso della vernice al fluoro, corretta igiene orale, abitudini alimentari dei bambini (presenza di snack ricchi di carboidrati o bibite), uso appropriato del biberon e importanza delle visite odontoiatriche. E’ stata valutata la salute orale dei bambini ed è stata applicata loro una vernice al fluoro per prevenire la formazione di carie. Ai genitori è stata fornita una lista di dentisti pediatrici convenzionati con l’assicurazione pubblica e i bambini hanno ricevuto un sacchetto contenente uno spazzolino da denti, un dentifricio e materiale didattico per l'educazione alla salute orale adatto alla loro età.
Luogo dove è implementata la pratica: Ohio, USA
Parole chiave: infanzia, cure dentarie, alimentazione sana, medicina del territorio, accesso ai servizi
Visualizza scheda completa
 



Ricerca per Macro Obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2020-2025


Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute