CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Il catalogo identifica, dissemina e facilita la trasferibilità di esperienze di promozione e prevenzione della salute caratterizzate da un'esplicita attenzione al contrasto delle disuguaglianze.
Le esperienze sono descritte in schede sintetiche che è possibile selezionare a partire dalla tabella sottostante o dalla casella di ricerca guidata.

Tutorial


Area tematicaTarget
Bambini (di età 0-18 anni)Persone anzianeMigranti/gruppi etniciDonnePersone con disabilitàTutta la popolazione di un' area/quartiere/cittàLavoratori per la comunità/assistenti socialiStaff del comuneAltri target
Approccio integrato di promozione della salute a livello locale o nazionale268151182311812
Attività fisica964438323
Consumo: cibo e dieta sana921205105
Pianificazione e controllo urbano947639433
Spazi verdi535425121
Trasporto pubblico323214131
Pedonalità332236141
Scuole salutari1311102225
Sviluppo precoce del bambino31047015215
Casa334336321
Coesione sociale, capitale sociale149119815656
Rischi Ambientali524214312
Riduzione della povertà643244223
Gruppi di popolazione vulnerabili3011138111910517
Altri temi200100002

RICERCA GUIDATA

AREA TEMATICA :
TARGET :
 
 
Ricerca per parole libere :
Si consiglia di usare pochi termini, di non usare congiunzioni, preposizioni o articoli.
I termini saranno ricercati nei campi titolo, descrizione e parole chiave.
 
Documenti selezionati : 11
Cancella la selezione
Torna alla ricerca


🤩 🤩 8/12
Coinvolgimento degli stakeholder per promuovere l’equità nella salute: il caso studio di Torino
Titolo originale: Stakeholders engagement to promote urban health equity: the Turin case study
Descrizione dell'intervento: La pratica è un processo partecipato che coinvolge gli stakeholder locali volto a sensibilizzare e sollecitare azioni intersettoriali di contrasto alle disuguaglianze di salute in un contesto urbano. Una platea di circa 50 esperti e politici è stata informata sui risultati della revisione delle disuguaglianze di salute a Torino e ha riflettuto dell'impatto sulla salute dell'ambiente sociale e costruito in un contesto urbano.
Nel corso di tre workshop sono state condivise le migliori pratiche e identificate le responsabilità e le intersezioni tra i diversi settori. Durante l'evento finale, i partecipanti hanno espresso la necessità di produrre un elenco congiunto delle priorità degli interventi a livello di città. Al termine dell'attività di definizione delle priorità, le autorità locali hanno dichiarato la loro intenzione di intraprendere uno sforzo congiunto attraverso un'azione intersettoriale da proporre in una zona svantaggiata della città.
Luogo dove è implementata la pratica: Torino, Italia
Parole chiave: territorio, riduzione delle disuguaglianze, portatori di interesse, politiche, advocacy
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 7/12
Comuni per la salute della Comunità Valenciana: XarxaSalut
Titolo originale: Municipalities for health of the Comunitat Valenciana: XarxaSalut
Descrizione dell'intervento: XarxaSalut è la rete dei comuni della Comunità Valenciana che ha aderito al 4° Piano sanitario. Il programma è il risultato di una strategia politica per individuare i determinanti della salute e usa un approccio di salute in tutte le politiche, favorendo la collaborazione tra le diverse parti interessate per promuovere la salute. Per favorire l'implementazione del programma, XarxaSalut ha elaborato quattro linee guida per istituzioni, operatori sanitari e comunità. In questo contesto sono stati attivati corsi di formazione per gli amministratori locali e professionisti della salute.
Le attività sono strutturate in cinque fasi. Per ogni fase, sono stati descritti obiettivi, attività e una breve valutazione.
- Prima fase: il comune si unisce al programma per attuare azioni comunitarie per la salute.
- Seconda fase: nomina del rappresentante municipale e costituzione di un gruppo di lavoro (spazio di partecipazione).
- Terza fase: analisi della situazione sanitaria e mappa delle risorse sanitarie comunitarie - azioni prioritarie di promozione della salute.
- Quarta fase: progettazione e attuazione delle azioni.
- Quinta fase: valutazione, torna alla terza fase
Luogo dove è implementata la pratica: Valencia, Spagna
Parole chiave: pianificazione, comunità, inclusione
Visualizza scheda completa


🔵
De Leefplekmeter (Il sistema di misurazione dell'habitat)
Titolo originale: De Leefplekmeter
Descrizione dell'intervento: De Leefplekmeter (Il sistema di misurazione dell'habitat) rappresenta un adattamento al contesto olandese del tool "Place Standard " ideato in Scozia. Questo tool consente alle comunità, agli enti pubblici, ai gruppi di volontariato e ad altri di individuare quegli aspetti di un luogo csu cui è necessario puntare l'attenzione per migliorare la salute, il benessere e la qualità della vita delle persone. De Leefplekmeter si configura come un semplice framework per strutturare interviste su luogo e comunità. Il formato del questionario consente di valutare:
• lo spazio fisico - edifici, strade, spazi pubblici e spazi naturali che compongono un luogo
• lo spazio sociale - le relazioni, i contatti sociali e le reti di supporto che formano una comunità.
Le risposte possono essere visualizzate in forma di diagramma che permette di individuare a colpo d'occhio gli aspetti su cui intervenire.
Luogo dove è implementata la pratica: Olanda
Parole chiave: misurazione, interventi, ambiente costruito, ambiente naturale, priorità
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 8/12
Early start project
Titolo originale: Early start project
Descrizione dell'intervento: Early Start (il modello è il programma Healthy Start, opportunamente adattato) è un servizio di visite domiciliari indirizzato a famiglie con bambini che affrontano situazioni di stress e difficoltà. Le famiglie sono assegnate ad un operatore non professionista a supporto della famiglia, proveniente dalla comunità di appartenenza dei destinatari, che riceve formazione nei settori dell'assistenza infermieristica e sociale. L'operatore lavora con la famiglia fino a 5 anni di età del bambino, per affrontare una serie di problemi. L'obiettivo più generale del servizio è di offrire alle famiglie assistenza, supporto, empowerment e consigli per far fronte a questioni relative alla salute, al ruolo di genitori e a problemi del periodo prescolare.
Luogo dove è implementata la pratica: Christchurch, Nuova Zelanda
Parole chiave: prima infanzia, gestione integrata, early childhood development, interventi precoci, genitorialità
Visualizza scheda completa


🔵
Energiecoaches - consulenza gratuita sul risparmio energetico
Titolo originale: Energiecoaches – free advice on energy savings
Descrizione dell'intervento: Questo progetto è iniziato ad Amsterdam nell'ottobre 2016 e prevede "coach dell'energia" che forniscono consulenza gratuitaa domicilio in merito al risparmio energetico. L'obiettivo è quello di visitare 10.000 abitanti, in collaborazione con uno sportello abitativo di Amsterdam (ASW). I coach sono precedentemente formati allo scopo di fornire consigli mirati al risparmio energetico, prevedendo la diffusione di un uso più mirato e consapevole dell'energia elettrica e del riscaldamento. La consulenza e la visita domiciliare sono gratuite e ogni coach, al momento dell'intervento,presenta un kit per il risparmio costituito da una pellicola antiradiazioni, un paraspifferi, spazzole per le cassette delle lettere, soffione per la doccia a risparmio idrico e lampade a LED. Gli abitanti possono scegliere o una selezione dei prodotti (del valore di 15 euro) o propendere per l'acquisto di più prodotti a fronte del 50% del prezzo d'acquisto. In seguito, il consulente invierà un piano di risparmio energetico su misura alla persona che ha visitato.
Luogo dove è implementata la pratica: Amsterdam, Olanda
Parole chiave: stili di vita, comunità, ambiente urbano, risparmio enegeretico, casa
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 6/12
Guida “Metodologia per la salute di comunità”
Titolo originale: Guide “Methodology for Community based Health”
Descrizione dell'intervento: Il governo basco si è impegnato ad applicare l'approccio "Salute in tutte le politiche". Questo approccio coinvolge decisioni adottate in diversi settori che hanno un impatto in materia di salute e mira a migliorare e ad accrescere l'equità.
Nel contesto locale, sono promossi interventi a livello di popolazione con la partecipazione e il coinvolgimento attivo di professionisti e altri attori che favoriscono il modello "community health assets".
Per raggiungere questo obiettivo, le Reti Sanitarie Locali sono create secondo la Guida "Metodologia per la Salute Comunitaria". Diversi comuni hanno già creato reti locali orientate alla salute, con il supporto di professionisti sanitari del Governo Basco (Sistema di Salute e Sanità pubblica).
Luogo dove è implementata la pratica: Paesi Baschi, Spagna
Parole chiave: comunità, integrazione, servizi, intersettorialità
Visualizza scheda completa


🔵
Health Education for Social Prosperity
Titolo originale: Health Education for Social Prosperity
Descrizione dell'intervento: Il progetto ha avuto una durata di 14 mesi e si è concluso nell'aprile 2016 e si è svolto in tre penitenziari in Bulgaria: a Pleven, a Plovdiv e nel carcere minorile di Boychinovtsi. L'obiettivo principale è ridurre i danni causati dal consumo di sostanze stupefacenti all'interno delle carceri e di prevenirne l'uso. Il progetto presenta tre obiettivi specifici:
-Sviluppare le competenze del personale penitenziario e delle ONG che lavorano con i detenuti a rischio di tossicodipendenza;
-Ridurre l'esposizione a fattori di rischio per la salute dei detenuti che fanno uso di sostanze stupefacenti;
-Migliorare la cooperazione tra il servizio penitenziario e la società civile nel lavoro con i detenuti a rischio di tossicodipendenza.
Il progetto è stato condotto da Initiative for Health - una federazione di ONG operanti in Bulgaria che promuove approcci finalizzati alla riduzione del rischio per i tossicodipendenti e misure di prevenzione dell'HIV tra i consumatori di stupefacenti per via endovenosa. Initiative for Health è stata sostenuta dall'organizzazione norvegese Tyrili, rappresentata da un team di esperti che ha fornito formazione al personale del carcere e alle ONG. Il progetto si è articolato in due fasi. Nella prima, il personale delle carceri e i team delle ONG hanno partecipato a quattro moduli di formazione per quattro giorni,Nella seconda, il personale e i membri della ONG che hanno ricevuto una formazione in materia di salute hanno offerto corsi di formazione a gruppi di detenuti nella loro prigione.
Luogo dove è implementata la pratica: Bulgaria
Parole chiave: carcere, dipendenze, formazione, empowerment, stili di vita
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 🤩 11/12
P.I.P.P.I.
Titolo originale: P.I.P.P.I. Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione
Descrizione dell'intervento: Il Programma P.I.P.P.I. persegue la finalità di intervenire nei confronti delle famiglie negligenti, con lo scopo di ridurre il rischio di allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine. PIPPI intende ridurre il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini, aumentare la sicurezza dei bambini e migliorare il loro funzionamento psicosociale e cognitivo, promuovere o migliorare la genitorialità responsiva, lavorare in modo trasversale, articolando in modo coerente fra loro i diversi ambiti di azione coinvolti. PIPPI è un programma multicomponente che prevede una pre-valutazione dell'ambiente familiare e dello sviluppo del bambino, una progettazione ad hoc dell’intervento, la concreta realizzazione del programma, che comprende quattro principali tipologie di azione - forme di collaborazione tra scuole-famiglie e servizi; attivazione di percorsi di educativa domiciliare centrati sulle relazioni genitori-figli-ambiente sociale; attivazione di gruppi per genitori e, laddove possibile, di gruppi per i bambini; attivazione di famiglie d’appoggio per ogni famiglia target. Il Programma P.I.P.P.I. è il risultato di una collaborazione tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare dell’Università di Padova, i servizi sociali, e di protezione e tutela minori nello specifico, cooperative del privato sociale, alcune scuole, alcune Asl che gestiscono i servizi sanitari delle 10 Città italiane aderenti.
Luogo dove è implementata la pratica: Italia
Parole chiave: maltrattamento infantile; trascuratezza infantile; genitorialità responsiva;
Visualizza scheda completa


🔵
Progetto Mihsalud (uomini, donne, bambini, insieme per promuovere la salute)
Titolo originale: Mihsalud project (men, women, children, building health together)
Descrizione dell'intervento: Mihsalud è un programma di promozione della salute destinato alle popolazioni a rischio che vivono in contesti urbani. Ha l'obiettivo di riallineare i servizi sanitari e aumentare le potenzialità delle persone attraverso figure di spicco della comunità formate come agenti sanitari nell'ambito delle attività di educazione tra pari.
Gli interventi di promozione della salute sono portati avanti nella comunità con un focus interculturale e di genere, considerandola uno spazio di convivenza dove le persone si riuniscono.
Il programma ha previsto la formazione di agenti della salute provenienti dalla comunità (Community Based Health Agents) allo scopo di
- Rivitalizzare i quartieri coinvolti,
- Migliorare l’accesso ai servizi sociali e sanitari,
- Favorire la realizzazione di una mappa delle risorse,
- Aprire punti di informazione sanitaria,
-Organizzare spazi di discussione seminariali.
Luogo dove è implementata la pratica: Spagna, Valencia
Parole chiave: empowerment, inclusione, peer education
Visualizza scheda completa


🔵
Ristrutturazione sociale a Overvecht, Utrecht
Titolo originale: Social renovation in Overvecht, Utrecht
Descrizione dell'intervento: L'intervento ha luogo nella città di Utrecht ed è realizzato nel contesto di un piano generale di rigenerazione del quartiere "Samen voor Overvecht" che è stato lanciato nel febbraio 2019. E' articolato in sei momenti: inizialmente è prevista una fase di esplorazione, in cui i dipendenti della società immobiliare, insieme a un'assistente sociale e un' assistente della comunità, effettuano visite porta a porta negli appartamenti da ristrutturare. La cooperazione tra queste figure professionali offre la possibilità di gestire anche situazioni sociali complesse che prescindono dalle condizioni dell'abitazione. Per acquisire la fiducia dei residenti si affrontano e risolvono problematiche urgenti come la pulizia dell'ambiente di vita e la sicurezza. Nel corso dell'intervento è prevista anche la possibilità di interazione tra chi ha bisogni particolari e chi, all'interno dello stesso quartiere, può soddisfarli. Altre attività comportano la messa a disposizione di un appartamento e di un' auto per lo svolgimento di attività comuni.Ogni condominio viene ristrutturato sulla base delle esigenze di chi ci abita. L'ultima fase prevede un'attività di monitoraggio dell'intervento. In questa fase viene anche elargito un piccolo budget che i residenti possono gestire per contribuire alla loro vivibilità. L'intero sistema è progettato per contribuire e preferibilmente migliorare le condizioni personali dei residenti, invece di migliorare solo le loro condizioni abitative.
Luogo dove è implementata la pratica: Utrecht, Olanda
Parole chiave: riqualificazione, comunità, inclusione
Visualizza scheda completa


🔵
“GRÜNAU BEWEGT sich” Promozione della salute basata sulla comunità per prevenire l'obesità infantile in un distretto socialmente deprivato
Titolo originale: “GRÜNAU BEWEGT sich” Community-based health promotion to prevent childhood obesity in a socially deprived district
Descrizione dell'intervento: La prevenzione dell'obesità nei bambini richiede interventi complessi che riguardano fattori individuali e ambientali. Seguire un approccio partecipativo basato sulla comunità crea condizioni di promozione della salute per prevenire l'obesità infantile in un quartiere deprivato. Seguendo modelli logici (PRECEDE-PROCEED e l'Intervention Mapping Protocol) sono stati sistematicamente sviluppati interventi sulla dieta, l'attività fisica e lo sviluppo delle capacità. Tenendo conto delle condizioni locali, gli interventi agiscono a vari livelli (bambino, famiglia, organizzazione, comunità).
Si rivolgono a personale educativo di asili e scuole, bambini e genitori e coinvolgono diversi attori (comuni, associazioni, assicurazioni sanitarie, commercianti).
Luogo dove è implementata la pratica: Germania – Sassonia - città di Leipzig - distretto Leipzig-Grünau
Parole chiave: infanzia, sviluppo sano, partecipazione, stili di vita, life skill,
Visualizza scheda completa
 



Ricerca per Macro Obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2020-2025


Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute