Vai al contenuto

Dors

Pronto, a posto, via

Pronti, a posto, via

Federico, insieme al suo collega Luigi dovevano installare un impianto di condizionamento per alcuni uffici ricavati all’interno di un grande magazzino. Per farlo erano saliti sulla copertura del nuovo ufficio appena costruito.

Quel giorno dovevano ripulire l’area di lavoro poiché avevano finito i lavori di installazione dei nuovi impianti. Federico, nell’intento di buttare giù una pedana di legno, la appoggia sul parapetto della protezione appena installata.

Ma qualcosa va storto…

Questa è la centoduesima storia di infortunio aggiunta al repertorio delle storie di infortunio, nel quale sono raccolte le storie scritte dagli operatori dei servizi di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro che partecipano al progetto “Identificare cause e soluzioni degli infortuni lavorativi. Il modello comunità di pratica e narrazione”. Vai al repertorio delle storie di infortunio, leggi direttamente la sintesi della storia o la storia completa “Pronti, a posto, via”.

Articoli correlati

Aprile
15

Phos Italiana 1924: una tragedia del lavoro e dello sfruttamento minorile troppo a lungo dimenticata

A cent’anni dall’evento della Phos, si pubblica la storia della tragica vicenda.
Lidia Fubini
Marzo
14

La levatrice

Questo il titolo della nuova storia di infortunio sul lavoro aggiunta al repertorio.
Lidia Fubini
Gennaio
24

Uno shanghai pericoloso

Durante lo smantellamento di tralicci elettrici, Mario rimane coinvolto in un infortunio sul lavoro. Tagliando profilati con un cannello ossipropanico, un pezzo caduto lo colpisce alla gamba. La storia, la
Luisella Gilardi

Iscriviti gratuitamente
alla nostra newsletter

O seguici sui nostri canali