CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Il catalogo identifica, dissemina e facilita la trasferibilità di esperienze di promozione e prevenzione della salute caratterizzate da un'esplicita attenzione al contrasto delle disuguaglianze.
Le esperienze sono descritte in schede sintetiche che è possibile selezionare a partire dalla tabella sottostante o dalla casella di ricerca guidata.

Tutorial          Dacci un feedback


Area tematicaTarget
Bambini (di età 0-18 anni)Persone anzianeMigranti/gruppi etniciDonnePersone con disabilitàTutta la popolazione di un' area/quartiere/cittàLavoratori per la comunità/assistenti socialiStaff del comuneAltri target
Approccio integrato di promozione della salute a livello locale o nazionale249131282511914
Attività fisica984558335
Consumo: cibo e dieta sana1021207216
Pianificazione e controllo urbano747639333
Spazi verdi645525232
Trasporto pubblico323215131
Pedonalità232237141
Scuole salutari1311103225
Sviluppo precoce del bambino340510026218
Casa334326322
Coesione sociale, capitale sociale17111311918869
Rischi Ambientali524214313
Riduzione della povertà934436224
Gruppi di popolazione vulnerabili30121410122011621
Altri temi400112105

RICERCA GUIDATA

Area tematica :
Target :
Completezza delle informazioni :  
 
 
Ricerca per parole libere :
Si consiglia di usare pochi termini, di non usare congiunzioni, preposizioni o articoli.
I termini saranno ricercati nei campi titolo, descrizione e parole chiave.
 
Documenti selezionati : 5
Cancella la selezione
Torna alla ricerca


🤩 🤩 8/12
Place Standard Tool
Titolo originale: De Leefplekmeter
Descrizione dell'intervento:

Il Place Standard tool rappresenta un adattamento al contesto olandese dell'originario Place Standard tool ideato in Scozia. Questo strumento consente alle comunità, agli enti pubblici, ai gruppi di volontariato e ad altri di individuare quegli aspetti di un luogo su cui è necessario puntare l'attenzione per migliorare la salute, il benessere e la qualità della vita delle persone. Il Place Standard tool si configura come un framework per strutturare interviste su luogo e comunità. Il formato del questionario consente di valutare:
• lo spazio fisico - edifici, strade, spazi pubblici e spazi naturali che compongono un luogo
• lo spazio sociale - le relazioni, i contatti sociali e le reti di supporto che formano una comunità
Le risposte possono essere visualizzate in forma di diagramma che permette di individuare a colpo d'occhio gli aspetti su cui intervenire.

Luogo dove è implementata la pratica: Olanda
Parole chiave: misurazione, interventi, ambiente costruito, ambiente naturale, priorità
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 6/12
Pedonabilità a Cracovia
Titolo originale: Walkability in Krakóv
Descrizione dell'intervento: Cracovia, la seconda città più grande della Polonia, si trova nel sud del Paese e conta circa 760.000 abitanti.In questo contesto, il sostegno politico a favore del trasporto sostenibile è stato espresso in modo chiaro, a partire da una politica di trasporto sostenibile nel 1993 (SUMP), che è stata completamente aggiornata e rinnovata nel 2007.Cracovia è stata inoltre la prima città in Polonia ad attuare una serie di programmi e misure inerenti la fruizione dello spazio urbano e la disponibilità di diverse modalità di trasporto: sono state introdotte zone pedonali e zone con accesso limitato per le automobili e sono state modernizzate le infrastrutture e i mezzi di trasporto pubblico.
Nel 2007 è stato aggiornato il "Piano regolatore dei trasporti", con l'impegno di controllare il traffico e di escluderlo dal centro della città. Le iniziative dal 2016 hanno cercato di migliorare attivamente le opportunità di viaggiare in modo sostenibile (trasporto pubblico, a piedi e in bicicletta).
La promozione del trasporto attivo a Cracovia si basa sulla creazione di un piano generale di trasporto sostenibile a livello cittadino incentrato sulla riduzione del traffico, del rumore, dell'inquinamento atmosferico, sul miglioramento dei collegamenti con i trasporti pubblici, delle stazioni, dei parcheggi, sull'incoraggiamento del car pooling/sharing e sulla creazione di zone della città in cui si incoraggiano attivamente gli spostamenti a piedi e in bicicletta.
Luogo dove è implementata la pratica: Polonia, Cracovia
Parole chiave: mobilità sostenibile, spazio urbano, ambiente
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 5/12
Laboratoria Mobiele Alternatievenves (LaMA)-approcci partecipativi per migliorare la mobilità regionale
Titolo originale: Laboratoria Mobiele Alternatievenves (LaMA) - participative approaches to improving regional mobility
Descrizione dell'intervento: LaMA è l'abbreviazione di Laboratoria Mobiele Alternatieven. Si tratta di un processo di progettazione creativa sviluppato per trovare soluzioni creative e semplici con grande impatto sui temi della mobilità nelle piccole città. LaMA si traduce in normative e interventi creati dal basso verso l'alto e di conseguenza ha un grande supporto locale. In questo progetto, gli abitanti, gli utenti, i responsabili politici e gli esperti di mobilità si riuniscono per fornire - sulla base di un approccio dal basso verso l'alto - soluzioni creative e coraggiose per risolvere i problemi di mobilità in una specifica zona problematica del comune. Tutti i soggetti interessati che vivono, lavorano o utilizzano questa specifica zona problematica possono essere coinvolti nel processo di brainstorming per migliorare questa zona. Il processo, che dura un anno, è costituito da quattro fasi: 1. Identificare, tramite interviste, i principali punti in cui il traffico dà origine a ingorghi e valutare le opportunità di miglioramenti; 2. Avviare il processo di co-creazione, momento in cui sono riuniti i responsabili politici con i principali stakeholder allo scopo di trovare soluzioni creative con il sostegno pubblico; 3. Provare le nuove idee durante la Settimana della mobilità; 4. Valutazione delle soluzioni implementate nella zona problematica. Nel 2016, il progetto "LaMA" è stato condotto in tre comuni del Belgio: Melsele,Waregem e Geraardsbergen.
Luogo dove è implementata la pratica: Belgio
Parole chiave: città sane, sviluppo comunitario, mobilità sostenibile, empowerment, partecipazione
Visualizza scheda completa


🤩3/12
Travel Smart and Your 30
Titolo originale: Travel Smart and Your 30
Descrizione dell'intervento: Scopo del programma è quello di permettere a un maggior numero di persone di scegliere un mezzo di trasporto attivo per recarsi al lavoro o per il tempo libero (in bicicletta o a piedi). In questo modo si cerca di portare le persone a trascorrere almeno 30 minuti al giorno in attività ("Yours 30"). Nel centro del comune e nei dintorni sono stati creati diversi nuovi percorsi ciclabili e sentieri per passeggiate. Sono state collocate delle city bike nella zona, facilmente accessibili per gli abitanti. Un secondo obiettivo di questo programma è quello di ridurre l'uso dell'auto e quindi anche le emissioni di CO2 e il rumore del traffico. Le tariffe dei biglietti di treni e autobus sono state ridotte del 75% e gli autobus e i treni sono provvisti di apposite aree per il parcheggio delle biciclette: i viaggiatori possano portare le loro biciclette e viaggiare in autobus/treno per una parte del proprio tragitto.
Luogo dove è implementata la pratica: Levanger, Norvegia
Parole chiave: mobilità sostenibile, attività fisica, inquinamento, ciclisti
Visualizza scheda completa


🔵
Indicatori di equità della salute urbana
Titolo originale: Spatial Urban Health Equity Indicators (SUHEI)
Descrizione dell'intervento: Le differenze spaziali nelle condizioni ambientali urbane contribuiscono alle disuguaglianze sanitarie all'interno delle città. Gli studiosi, pertanto, rilevano la necessità di nuovi indicatori di equità della salute urbana che consentano di monitorare le disuguaglianze di salute nel luogo e nel tempo, in particolare all'interno di un quartiere della città. Per questo motivo è stato sviluppato SUHEI: Indicatori di Equità della Salute Urbana Spaziale, elaborato per il caso studio della città di Dortmund in Germania. SUHEI identifica gli indicatori dei fattori determinanti per la salute, lo stato e l'esposizione.
I fattori determinanti, che emergono su varie scale, da quella nazionale a quella sublocale, rappresentano fattori che motivano e spingono i processi ambientali o sociali coinvolti, come l'aumento della densità del traffico, la spesa pubblica o lo sviluppo urbano.
Gli indicatori di stato, che riflettono lo stato attuale, mappano i fattori di stress ambientale e le risorse concrete (oneri e benefici), così come le variabili rilevanti del contesto sociale, sia a livello di città che di quartiere.
Gli indicatori di esposizione mettono in relazione lo stato dell'ambiente con gli indicatori del contesto sociale, al fine di individuare spazialmente le disuguaglianze sanitarie, ad esempio, i quartieri in cui un alto livello di impatto acustico corrisponde a una quota sproporzionatamente più elevata di disoccupati o di abitanti svantaggiati.
Gli indicatori di esposizione, mappati a livello di quartiere, hanno lo scopo di guidare i pianificatori nell'identificazione dei punti in cui è necessario intraprendere azioni specifiche, mentre gli indicatori di stato e i determinanti aiutano a definire il tipo di misure da adottare.
Luogo dove è implementata la pratica: Olanda, Germania. Caso studio Dortmund
Parole chiave: monitoraggio, pianificazione urbanistica, città sane, determinanti di salute, ambiente urbano,
Visualizza scheda completa
 



Ricerca per Macro Obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2020-2025


Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute