CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Il catalogo identifica, dissemina e facilita la trasferibilità di esperienze di promozione e prevenzione della salute caratterizzate da un'esplicita attenzione al contrasto delle disuguaglianze.
Le esperienze sono descritte in schede sintetiche che è possibile selezionare a partire dalla tabella sottostante o dalla casella di ricerca guidata.

Tutorial


Area tematicaTarget
Bambini (di età 0-18 anni)Persone anzianeMigranti/gruppi etniciDonnePersone con disabilitàTutta la popolazione di un' area/quartiere/cittàLavoratori per la comunità/assistenti socialiStaff del comuneAltri target
Approccio integrato di promozione della salute a livello locale o nazionale268151182311812
Attività fisica964438323
Consumo: cibo e dieta sana921205105
Pianificazione e controllo urbano947639433
Spazi verdi535425121
Trasporto pubblico323214131
Pedonalità332236141
Scuole salutari1311102225
Sviluppo precoce del bambino31047015215
Casa334336321
Coesione sociale, capitale sociale149119815656
Rischi Ambientali524214312
Riduzione della povertà643244223
Gruppi di popolazione vulnerabili3011138111910517
Altri temi200100002

RICERCA GUIDATA

AREA TEMATICA :
TARGET :
 
 
Ricerca per parole libere :
Si consiglia di usare pochi termini, di non usare congiunzioni, preposizioni o articoli.
I termini saranno ricercati nei campi titolo, descrizione e parole chiave.
 
Documenti selezionati : 5
Cancella la selezione
Torna alla ricerca


🔵
De Leefplekmeter (Il sistema di misurazione dell'habitat)
Titolo originale: De Leefplekmeter
Descrizione dell'intervento: De Leefplekmeter (Il sistema di misurazione dell'habitat) rappresenta un adattamento al contesto olandese del tool "Place Standard " ideato in Scozia. Questo tool consente alle comunità, agli enti pubblici, ai gruppi di volontariato e ad altri di individuare quegli aspetti di un luogo csu cui è necessario puntare l'attenzione per migliorare la salute, il benessere e la qualità della vita delle persone. De Leefplekmeter si configura come un semplice framework per strutturare interviste su luogo e comunità. Il formato del questionario consente di valutare:
• lo spazio fisico - edifici, strade, spazi pubblici e spazi naturali che compongono un luogo
• lo spazio sociale - le relazioni, i contatti sociali e le reti di supporto che formano una comunità.
Le risposte possono essere visualizzate in forma di diagramma che permette di individuare a colpo d'occhio gli aspetti su cui intervenire.
Luogo dove è implementata la pratica: Olanda
Parole chiave: misurazione, interventi, ambiente costruito, ambiente naturale, priorità
Visualizza scheda completa


🤩 🤩 8/12
Early start project
Titolo originale: Early start project
Descrizione dell'intervento: Early Start (il modello è il programma Healthy Start, opportunamente adattato) è un servizio di visite domiciliari indirizzato a famiglie con bambini che affrontano situazioni di stress e difficoltà. Le famiglie sono assegnate ad un operatore non professionista a supporto della famiglia, proveniente dalla comunità di appartenenza dei destinatari, che riceve formazione nei settori dell'assistenza infermieristica e sociale. L'operatore lavora con la famiglia fino a 5 anni di età del bambino, per affrontare una serie di problemi. L'obiettivo più generale del servizio è di offrire alle famiglie assistenza, supporto, empowerment e consigli per far fronte a questioni relative alla salute, al ruolo di genitori e a problemi del periodo prescolare.
Luogo dove è implementata la pratica: Christchurch, Nuova Zelanda
Parole chiave: prima infanzia, gestione integrata, early childhood development, interventi precoci, genitorialità
Visualizza scheda completa


🔵
Guida per uno sviluppo urbano orientato alla salute
Titolo originale: Guide for Healthy Urban Development
Descrizione dell'intervento: La Guida per uno sviluppo urbano orientato alla salute mira ad aiutare gli operatori sanitari a fornire consulenza su politiche, piani e proposte di sviluppo urbano. Il suo fine è assicurare che tale consulenza sia completa e coerente per identificare quali sono gli effetti sulla salute della politica, del piano o della proposta di sviluppo urbano e per individuare i miglioramenti da mettere in atto per ottenere migliori esiti di salute. A questo scopo, la checklist, strumento di revisione e di commento dei piani di sviluppo, risulta essere utile per fornire input e consulenza fin dalle prime fasi possibili del processo di pianificazione e sviluppo urbano.
Inizialmente, gli utenti principali sono operatori del Servizio Sanitario Nazionale che utilizzeranno questo strumento standardizzato per orientare e fornire feedback e consigli, ad esempio, alle amministrazioni locali e agli sviluppatori sulle politiche e i piani di sviluppo urbano.
Lo scopo è valutare gli aspetti sanitari dello sviluppo urbano e supportare il coinvolgimento tra pianificatori urbani e professionisti sanitari e informare altri soggetti, per esempio i decisori politici, sui fattori da non trascurare in uno sviluppo urbano orientato alla salute.
Luogo dove è implementata la pratica: Paesi Baschi, Spagna
Parole chiave: monitoraggio, sviluppo comunitario, cooperazione
Visualizza scheda completa


🔵
Indicatori di equità della salute urbana
Titolo originale: Spatial Urban Health Equity Indicators (SUHEI)
Descrizione dell'intervento: Le differenze spaziali nelle condizioni ambientali urbane contribuiscono alle disuguaglianze sanitarie all'interno delle città. Gli studiosi, pertanto, rilevano la necessità di nuovi indicatori di equità della salute urbana che consentano di monitorare le disuguaglianze di salute nel luogo e nel tempo, in particolare all'interno di un quartiere della città. Per questo motivo è stato sviluppato SUHEI: Indicatori di Equità della Salute Urbana Spaziale, elaborato per il caso studio della città di Dortmund in Germania. SUHEI identifica gli indicatori dei fattori determinanti per la salute, lo stato e l'esposizione.
I fattori determinanti, che emergono su varie scale, da quella nazionale a quella sublocale, rappresentano fattori che motivano e spingono i processi ambientali o sociali coinvolti, come l'aumento della densità del traffico, la spesa pubblica o lo sviluppo urbano.
Gli indicatori di stato, che riflettono lo stato attuale, mappano i fattori di stress ambientale e le risorse concrete (oneri e benefici), così come le variabili rilevanti del contesto sociale, sia a livello di città che di quartiere.
Gli indicatori di esposizione mettono in relazione lo stato dell'ambiente con gli indicatori del contesto sociale, al fine di individuare spazialmente le disuguaglianze sanitarie, ad esempio, i quartieri in cui un alto livello di impatto acustico corrisponde a una quota sproporzionatamente più elevata di disoccupati o di abitanti svantaggiati.
Gli indicatori di esposizione, mappati a livello di quartiere, hanno lo scopo di guidare i pianificatori nell'identificazione dei punti in cui è necessario intraprendere azioni specifiche, mentre gli indicatori di stato e i determinanti aiutano a definire il tipo di misure da adottare.
Luogo dove è implementata la pratica: Olanda, Germania. Caso studio Dortmund
Parole chiave: monitoraggio, pianificazione urbanistica, città sane, determinanti di salute, ambiente urbano,
Visualizza scheda completa


🤩3/12
Valutazione delle risorse idriche e igienico-sanitarie nelle scuole rurali e necessità di investimenti per il loro miglioramento
Titolo originale: Assessment of water, sanitation and hygiene in rural schools and investment needs for their improvement
Descrizione dell'intervento: Il progetto valuta l'accesso all'acqua potabile sicura e ai servizi igienico-sanitari per i bambini delle scuole primarie delle regioni rurali di 12 comuni in Serbia. Sono state coinvolte 238 strutture scolastiche in ambienti rurali frequentate da circa 11 mila bambini di età compresa tra i 6 e i 15 anni.
Lo studio mostra che l'approvvigionamento di acqua potabile, l'adeguatezza dei servizi igienico-sanitari, gli impianti di lavaggio delle mani, lo smaltimento dei rifiuti e le condizioni igieniche generali sono garantiti in quasi tutte le scuole esaminate. Sono stati rilevati alcuni problemi tecnici, per i quali è possibile trovare soluzioni relativamente semplici e ad un costo ragionevole.
La ricerca evidenzia la necessità di prevedere investimenti nell'igiene dei servizi igienici, nell’educazione dei bambini sull'igiene personale, in particolare sulla gestione dell'igiene mestruale, di porre maggiore attenzione alle necessità dei bambini con disabilità o con problemi di salute.
Luogo dove è implementata la pratica: 12 comuni in Serbia
Parole chiave: Acqua, igiene, scuola
Visualizza scheda completa
 



Ricerca per Macro Obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2020-2025


Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute