CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Completezza descrizione pratica: Ottimo  (9/12)
Tabella sintesi valutazione  

Equità +++
Trasferibilità +
Valutazione ++
Documentazione +++


"TALENTI LATENTI" rete per un welfare di comunità
Titolo originale: "TALENTI LATENTI" rete per un welfare di comunità
Anno di avvio: 2016
Fonte:Prosa
Luogo dove è implementata la pratica: Piemonte - Territori di Alba e Bra (provincia di CUneo)
Area tematica:Approccio integrato di promozione della salute a livello locale o nazionale
Attività fisica
Consumo: cibo e dieta sana
Riduzione della povertà
Gruppi di popolazione vulnerabili
Target:Tutta la popolazione di un' area/quartiere/città
Altri target
Altri target: Attenzione specifica ai lavoratori di aziende private, in condizioni di disagio socio-economico, e le loro famiglie; disoccupati e lavoratori in cassa integrazione e familiari; ultimo anno del progetto, estensione alla cittadinanza locale
Descrizione dell'intervento: il progetto vuole contrastare il disagio sociale ed economico dei lavoratori o ex lavoratori (e familiari) e ridurre il rischio povertà attraverso una serie di azioni che prevedono: aumento competenze inerenti la comunicazione/relazione con figli preadolescenti e adolescenti; educazione finanziaria; gestione dello stress attraverso tecniche corporee; promozione attività fisica attraverso la creazione di gruppi di cammino; promozione alimentazione "sana"; orientamento verso servizi per l'infanzia per neo mamme. Inoltre, vuole sviluppare nuove modalità di lavoro tra pubblico sociale/sanitario e privato sociale/puro, attraverso strumenti quali ad esempio "i buoni servizio" di sostegno al reddito, lo sportello itinerante di orientamento Welfare Point, la figura dell'amministratore di sostegno per i caregiver.
Descrizione su come è affrontata la dimensione dell'equità: A partire da un'analisi dei determinanti della popolazione lavoratrice (e non) del territorio sono state progettate e realizzate azioni che miravano all'aumento delle competenze individuali in un'ottica di empowerment, con un'attenzione specifica alle situazioni di fragilità sociale ed economica (in termini di individuazione e intervento)
Approccio per ridurre le disuguaglianze:Gruppo vulnerabile
Aspetti da considerare per la trasferibilitè: Il progetto lascia sul territorio qualcosa di stabile: cabina di regia pubblico-privato, sportello di orientamento, documentazione completa, analisi del contesto e dei bisogni (a cui si affiancano gli obiettivi e le azioni, coerentemente)
Valutazione di processo: SI
Valutazione di risultato: SI
Descrizione dei risultati della valutazione: Il piano di valutazione è stato realizzato dall'Università di Torino. Le azioni realizzate nei tre anni del progetto sono state valutate attraverso metodologie qualitative e quantitative, da cui si ricava una elevata partecipazione e attivazione a livello di enti/istituzioni e comunità.
Descrizione della documentazione disponibile: Su Pro.Sa c'è una documentazione vasta e completa allegata: documento progettuale con delibera aziendale; strumenti di analisi e valutazione; materiali formativi (es. slides); materiali comunicativi (es. locandine incontri di formazione e incontri pubblici); report di monitoraggio intermedi e report di valutazione finale. Il progetto ha un suo sito web (all'interno del sito dell'ASL CN 2) e una pagina facebook
Link (informazione online o pubblicazione scientifica): https://www.retepromozionesalute.it/restarea/allegati/REG01/ASLCN2/12407_report_finale_23ott19__talenti_latenti_sa.pdf
https://www.retepromozionesalute.it/restarea/allegati/REG01/ASLCN2/9795_talenti_delibera_iniziale_478-2016.pdf
https://www.talentilatenti.it/
Lingua del materiale di dettaglio: italiano
Riferimenti: Fabio Smareglia
Comune di Bra (CN)
fabio.smareglia@comune.bra.cn.it
Obiettivi PNP
Parole chiave: welfare di comunità, contrasto povertà, disagio socioeconomico, empowerment
Stampa scheda
 




Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute