CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Completezza descrizione pratica: Ottimo  (9/12)
Tabella sintesi valutazione  

Equità +++
Trasferibilità ?
Valutazione +++
Documentazione +++


WILL - Educare al Futuro
Titolo originale: WILL - Educare al Futuro
Anno di avvio: 2019
Fonte:Altra fonte
Luogo dove è implementata la pratica: Cagliari, Firenze, Teramo, Torino - Italia
Area tematica:Riduzione della povertà
Gruppi di popolazione vulnerabili
Target:Bambini (di età 0-18 anni)
Descrizione dell'intervento: WILL - Educare al Futuro è una sperimentazione avviata nel 2019 e tuttora in corso di realizzazione in quattro realtà italiane: Cagliari, Firenze, Teramo e Torino.Questa iniziativa è nata da un Bando di cofinanziamento di Impresa Sociale “Con i Bambini” a cui hanno partecipato Compagnia San Paolo, Fondazione CR di Firenze, Banco di Sardegna e Ter Cas di Termoli .
Il programma è rivolto ai bambini del primo anno della scuola secondaria di primo grado provenienti da famiglie a basso reddito (la soglia ISEE massima nelle quattro realtà dell’esperimento è 17.500 euro). A queste famiglie il programma offre la possibilità di risparmiare regolarmente piccole somme di denaro (da 1 a 6 euro a settimana fino ad un massimo di 1.000 euro in un periodo di 4 anni) su un conto bancario collegato ad un moltiplicatore: ogni euro risparmiato viene moltiplicato per 4 se il denaro viene utilizzato per spese scolastiche comprovate (es. acquisto di libri, iscrizione a corsi sportivi, spese di cancelleria e cartoleria, ripetizioni, corsi di lingua, tecnologie digitali, mensa scolastica).
In aggiunta al meccanismo del moltiplicatore, le famiglie partecipanti a WILL hanno ricevuto anche un contributo iniziale del valore di 500 euro come anticipo sul totale dei 4.000 euro ottenibili dal programma. Questo contributo è stato messo a disposizione delle famiglie fin da subito per permettere l’acquisto di beni legati alla scuola. Lo stesso contributo, però, è stato anche inteso come un incentivo alla partecipazione al programma e al risparmio, ossia come un modo per guadagnare la fiducia delle famiglie vincendo alcune possibili ritrosie verso l’utilizzo di nuovi strumenti finanziari e l’utilità del risparmio per l’istruzione dei figli. Le famiglie partecipanti possono spendere le cifre moltiplicate dal programma immediatamente durante la scuola secondaria, senza che sia necessario attendere l'inizio del percorso di studi universitario.
Descrizione su come è affrontata la dimensione dell'equità: Il progetto WILL si rivolge esplicitamente alle famiglie aventi reddito medio basso. Questo sostegno economico si configura come parte di un vero e proprio percorso di educazione finanziaria, orientamento alle scelte formative e valorizzazione delle capacità personali, rivolto all’intero nucleo familiare. L’obiettivo è quello di contrastare l’ abbandono scolastico e migliorare l'esperienza formativa per ragazze e ragazzi che provengono da famiglie meno abbienti. In questo modo, seppur in via indiretta, è possibile accrescere le chance di questa categoria di studenti di intraprendere e completare con successo percorsi di formazione e istruzione post-diploma
Approccio per ridurre le disuguaglianze:Area deprivata
Gruppo vulnerabile
Valutazione di processo: In corso
Valutazione di risultato: In corso
Descrizione dei risultati della valutazione: Una campagna di informazione e promozione mirata è stata effettuata in parallelo nelle quattro realtà territoriali allo scopo di reclutare i soggetti potenziali beneficiari tra gli iscritti all’ultimo anno della scuola primaria. Al termine di tale attività, si è registrata la partecipazione di 580 soggetti ammissibili, distribuiti in gruppo sperimentale e gruppo di controllo.Le 293 famiglie del gruppo sperimentale hanno cominciato a partecipare al programma tra l’autunno del 2019 e la primavera del 2020. Nei primi 8 mesi di progetto, il risparmio settimanale medio osservato tra chi ha effettivamente ha cominciato a risparmiare (80% causa ritardi nel completamento delle procedure di reclutamento) ammonta a 5,2 euro. In media, i comportamenti delle famiglie non cambiano durante il momento più acuto della pandemia Covid-19, in relazione alla quale non si riscontra alcuna contrazione dei risparmi effettuati. Nel breve periodo considerato, le famiglie hanno cominciato a sfruttare il meccanismo di incentivazione fornito dal programma per acquistare i beni o i servizi ritenuti necessari per le attività legate alla scuola dei figli. Si rileva un evidente riorientamento delle scelte di spesa delle famiglie registratosi durante i mesi di sospensione delle attività didattiche in presenza da voci quali “libri” o “attività sportive” verso quei beni o servizi essenziali in una fase di didattica a distanza, e cioè: computer, tablet o connessioni internet.
I dati disponibili sono relativi unicamente agli studenti appartenenti al gruppo sperimentale, fornendo solo un quadro descrittivo dei comportamenti di risparmio delle famiglie coinvolte. Le rilevazioni che verranno effettuate nei prossimi mesi e anni anche sul gruppo di controllo consentiranno di valutare se, e in che misura, il programma sia riuscito ad innalzare i risparmi familiari per la scuola, e se questo risultato avrà conseguenze sulle aspettative educative delle famiglie così come sui concreti risultati scolastici
Link (informazione online o pubblicazione scientifica): https://progettowill.it/
https://www.minori.gov.it/it/node/7366
https://www.secondowelfare.it/povert-e-inclusione/risparmio-incentivato-uno-strumento-di-contrasto-alla-poverta-educativa-prima-e-durante-il-covid.html
Lingua del materiale di dettaglio: italiano
Riferimenti: torino@progettowill.it
Obiettivi PNP

1.7 Sviluppare e/o migliorare le conoscenze e le competenze di tutti i componenti della comunità scolastica, agendo sull'ambiente formativo, sociale, fisico e organizzativo e rafforzando la collaborazione con la comunità locale


Parole chiave: sostegno economico, istruzione, abbandono scolastico, contrasto povertà, inclusione, asset building
Stampa scheda
 




Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute