CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Descrizione: Scheda non ancora valutata  



La terapia multisistemica (MST)
Titolo originale: Multisystemic Therapy (MST)
Fonte:Xchange
Luogo dove è implementata la pratica: USA, Norvegia, Svezia, Regno Unito, Paesi Bassi
Area tematica:Gruppi di popolazione vulnerabili
Target:Bambini (di età 0-18 anni)
Lavoratori per la comunità/assistenti sociali
Altri target
Altri target: Adolescenti
Descrizione dell'intervento: La Terapia Multisistemica (MST) è un trattamento intensivo basato sulla famiglia e sulla comunità che affronta le molteplici cause di un grave comportamento antisociale in ambienti chiave, o sistemi, in cui si trovano i giovani (famiglia, coetanei, scuola e quartiere). Il programma mira a fornire ai genitori le competenze e le risorse necessarie per affrontare in modo indipendente le inevitabili difficoltà che sorgono nel crescere gli adolescenti, e permette agli adolescenti di affrontare i problemi che incontrano in famiglia, tra pari, a scuola e nel quartiere. Gli approcci al trattamento derivano da strategie validate come la terapia familiare strategica, la terapia familiare strutturale, la formazione comportamentale dei genitori e la terapia cognitivo-comportamentale. A livello familiare, gli interventi MST mirano a rimuovere le barriere alla genitorialità efficace (ad esempio l'abuso di sostanze da parte dei genitori, la psicopatologia dei genitori, il basso supporto sociale, l'elevato stress e il conflitto coniugale), a migliorare le competenze dei genitori e a promuovere l'affetto e la comunicazione tra i membri della famiglia. A livello dei pari, gli interventi sono spesso progettati per diminuire l'affiliazione con coetanei delinquenti e tossicodipendenti e per aumentare l'affiliazione con coetanei prosociali. Gli interventi a livello scolastico possono concentrarsi sulla creazione di linee di comunicazione positive tra genitori e insegnanti, assicurando il monitoraggio da parte dei genitori del rendimento scolastico dell'adolescente e ristrutturando gli orari del doposcuola per sostenere gli sforzi accademici. Gli interventi a livello individuale generalmente coinvolgono l'uso della terapia cognitivo-comportamentale per modificare la prospettiva sociale dell'individuo, il sistema di credenze o il sistema motivazionale, e incoraggiare l'adolescente ad affrontare in modo assertivo la pressione negativa dei pari.
Descrizione su come è affrontata la dimensione dell'equità: Il programma MST cerca di migliorare il funzionamento del mondo reale dei giovani attraverso il cambiamento del loro ambiente naturale - casa, scuola e quartiere - in modo tale da promuovere un comportamento prosociale e diminuire il comportamento antisociale. Utilizzando i punti di forza presenti all'interno di ogni sistema per facilitare il cambiamento, MST affronta i molteplici fattori noti per essere legati alla delinquenza nei principali setting in cui sono inseriti i giovani.
Approccio per ridurre le disuguaglianze:Gruppo vulnerabile
Valutazione di risultato: SI
Efficacia nel ridurre le disuguaglianze: Efficacia dimostrata su gruppo target
Descrizione dei risultati della valutazione: Il programma è stato valutato in quattro studi controllati randomizzati, uno ciascuno in Norvegia, Svezia, Regno Unito e Paesi Bassi. In Norvegia, 105 giovani di età compresa tra i 12 e i 17 anni sono stati assegnati in modo casuale al programma MST o ai servizi regolari per comportamenti problematici quali violazioni della legge o altri atti antisociali, gravi difficoltà accademiche, relazioni interpersonali disfunzionali, aggressioni verbali e minacce di fare del male ad altri. In seguito, vi è un effetto positivo marginalmente significativo di intervento sull'internalizzazione e l'esternalizzazione dei comportamenti, sulla competenza sociale e sulla coesione familiare, ma non sul funzionamento della famiglia. Nei Paesi Bassi, 256 giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni con comportamenti antisociali gravi e violenti sono stati assegnati a caso al programma MST o ai servizi abituali. Nel post-test e nei sei mesi successivi all'intervento, gli adolescenti del gruppo di intervento sono migliorati significativamente di più rispetto al gruppo di controllo sull'esternalizzazione dei genitori e sull'auto-rappresentazione, sul disordine oppositivo e sul disturbo della condotta dei genitori e sui reati contro il patrimonio auto-rappresentato. Non ci sono state differenze significative tra i gruppi per quanto riguarda la frequenza o il numero di arresti due anni dopo la fine del programma. l'effetto sulla violenza autodenunciata non è stato significativo. Nel Regno Unito, 108 giovani di età compresa tra i 13 e i 17 anni che hanno ricevuto un'ordinanza di rinvio in tribunale per il trattamento, la supervisione o a seguito di detenzione sono stati inseriti a caso nel gruppo di controllo MST o Youth Offending Teams.th periodo di assenza di reati, anche se gli effetti in diversi punti di valutazione non sono stati disgiunti.
Link (informazione online o pubblicazione scientifica): https://www.mstservices.com/
Lingua del materiale di dettaglio: Inglese
Riferimenti: Mr Marshall Swenson
MST Services
marshall.swenson@mstservices.com
Obiettivi PNP

1.7 Sviluppare e/o migliorare le conoscenze e le competenze di tutti i componenti della comunità scolastica, agendo sull'ambiente formativo, sociale, fisico e organizzativo e rafforzando la collaborazione con la comunità locale


2.1 Sviluppare e/o migliorare le conoscenze e le competenze di tutti i componenti della comunità scolastica, agendo sull'ambiente formativo, sociale, fisico e organizzativo e rafforzando la collaborazione con la comunità locale


2.2 Aumentare la percezione del rischio e l'empowerment degli individui


Parole chiave: prevenzione, sviluppo emotivo, adolescenti, genitorialità, psicoterapia
Stampa scheda
 




Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute