CARE - Catalogo di Azioni ben descritte Rivolte all'Equità
Descrizione: Scheda non ancora valutata  



La terapia familiare funzionale
Titolo originale: Functional Family Therapy (FFT)
Fonte:Blueprints
Luogo dove è implementata la pratica: USA
Area tematica:Gruppi di popolazione vulnerabili
Target:Bambini (di età 0-18 anni)
Lavoratori per la comunità/assistenti sociali
Altri target
Altri target: Adolescenti a rischio
Descrizione dell'intervento: La terapia familiare funzionale è un programma di prevenzione/ intervento rivolto sia agli adolescenti che hanno manifestato la presenza di comportamenti devianti e che sono a rischio di istituzionalizzazione sia alle loro famiglie.Il programma, in base al profilo specifico di rischio e al fattore protettivo di ogni famiglia,prende in considerazione le capacità genitoriali, il grado di condiscendenza degli adolescenti e un'ampia gamma di comportamenti che coinvolgono ambiti cognitivi, emotivi e comportamentali.
I servizi di intervento consistono principalmente nel contatto diretto con i membri della famiglia, di persona e per telefono; tuttavia, possono essere affiancati da servizi di supporto come corsi di recupero, formazione e collocamento sul lavoro e inserimento scolastico. La terapia familiare funzionale prevede lo svolgimento di fasi, costruite l'una sulla base dell'altra. Queste prevedono:
-Coinvolgimento, finalizzato a mettere in evidenza, negli adolescenti e nelle famiglie, i fattori che prevengono l'abbandono precoce del programma;
-Motivazione, per cambiare le reazioni emotive e le convinzioni scorrette e per aumentare l'alleanza, la fiducia, la speranza e la spinta verso un cambiamento duraturo;
-Valutazione, progettata per definire chiaramente le relazioni individuali, il sistema familiare e le relazioni più ampie del sistema, in particolare le funzioni interpersonali del comportamento e il modo in cui queste si relazionano alle tecniche di cambiamento;
-Cambiamento comportamentale, che consiste nella formazione alla comunicazione, compiti specifici e aiuti tecnici, abilità genitoriali, tecniche di contrattazione e di risposta ai costi, e la conformità dei giovani e la costruzione di competenze.
Descrizione su come è affrontata la dimensione dell'equità: La Terapia familiare funzionale è progettata per i giovani di età compresa tra gli 11 e i 18 anni a rischio di delinquenza, violenza, uso di sostanze, disturbo della condotta, disturbo oppositivo e oppositivo o disturbo da comportamento dirompente. È stata anche utilizzata per adolescenti a rischio per l'affidamento.
Approccio per ridurre le disuguaglianze:Gruppo vulnerabile
Aspetti da considerare per la trasferibilitè: La Terapia Familiare Funzionale è stata replicata da diversi ricercatori su diverse popolazioni, compresi i giovani con indicatori di comportamento precoci di delinquenza (ad esempio, Disturbo della Condotta, Disturbo oppositivo provocatorio o Disturbo da comportamento dirompente) fino ai giovani che presentano gravi crimini cronici. Questi includono popolazioni dello Utah, Washington, New Mexico, Ohio, New Jersey, Pennsylvania e Svezia.
Valutazione di processo: SI
Valutazione di risultato: SI
Efficacia nel ridurre le disuguaglianze: Efficacia dimostrata su gruppo target
Descrizione dei risultati della valutazione: Alexander & Parsons (1973) hanno valutato il programma in uno studio controllato randomizzato in cui 99 adolescenti devianti e le loro famiglie sono stati randomizzati al gruppo di intervento (n=46) o a uno dei tre gruppi di confronto: un gruppo di controllo senza trattamento (n=10), un gruppo di confronto di terapia familiare centrato sul cliente (n=19), o un gruppo di confronto di terapia familiare psicodinamica (n=11). Alexander & Parsons (1973) ha riferito che, rispetto a tutti i gruppi di confronto, sia i partecipanti al gruppo di intervento che i parenti avevano un numero significativamente più basso di tassi di recidiva. Gottfredson et al. (2018) hanno valutato il programma in uno studio controllato randomizzato che ha reclutato famiglie partecipanti da un tribunale minorile di Philadelphia. I partecipanti erano 129 adolescenti maschi delinquenti e le loro famiglie, randomizzati nel gruppo di intervento FFT (n=66) o in un gruppo di confronto della terapia familiare di trattamento come di consueto (n=63). I principali risultati di interesse sono stati la delinquenza/recidività, l'uso di sostanze e il coinvolgimento di bande. Le valutazioni dell'autodenuncia sono avvenute al momento della baseline e 6 mesi dopo la randomizzazione, mentre i dati sulla recidiva sono stati raccolti da fonti ufficiali per 18 mesi dopo la randomizzazione. Gottfredson et al (2018) hanno riferito che dopo 18 mesi, rispetto al gruppo di controllo, i partecipanti al gruppo di intervento hanno avuto un numero significativamente inferiore di partecipanti nel caso di: Nuove accuse per droga Giudizi delinquenziali
Descrizione della documentazione disponibile: -Alexander, J. F., & Parsons, B. V. (1973). Short-term behavioral intervention with delinquent families: Impact on family process and recidivism. Journal of Abnormal Psychology, 81, 219-225.

-Gottfredson, D. C., Kearley, B., Thornberry, T. P., Slothower, M., Devlin, D., & Fader, J. J. (2018). Scaling-up evidence-based programs using a public funding stream: A randomized trial of Functional Family Therapy for court-involved youth. Prevention Science, 1-15. doi 10.1007/s11121-018-0936-z
Link (informazione online o pubblicazione scientifica): https://www.fftllc.com/
Lingua del materiale di dettaglio: Inglese
Riferimenti: Holly DeMaranville
hollyfft@comcast.net
Obiettivi PNP

2.2 Aumentare la percezione del rischio e l'empowerment degli individui


2.4 Migliorare la qualità dei programmi di prevenzione dell'uso di sostanze psicotrope


2.7 Sensibilizzare sui rischi, i problemi e le patologie correlate all'uso/abuso di sostanze psicotrope e a comportamenti additivi


Parole chiave: adolescenza, sviluppo emotivo, prevenzione, programma multicomponente
Stampa scheda
 




Dors Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute