Le storie

 

Selezione :
» Tema : Infortuni sul lavoro

Il volo di Horus

Horus fa l’imbianchino, lavora per il suo amico e connazionale Memir che è in Italia da più anni di lui. Non è assunto, è lavoratore autonomo, così è più facile lasciarlo a casa quando non c’è lavoro. 


Toccando il vuoto

Christian lavorava all’interno di un’importante fondazione culturale, doveva ultimare i lavori di stuccatura delle pareti in cartongesso già installate nei giorni precedenti.  A questo scopo aveva allestito un piano di lavoro a circa undici metri da terra, costituito da due assi in legno affiancate lunghe due metri e larghe cinquanta centimetri. 


Troppo freddo per lavorare

Erano i primi giorni di dicembre, la giornata era fredda. Quell’anno aveva cominciato a nevicare presto. Nella cava presso cui lavorava Lorenzo con suo fratello Flavio ed altri tre colleghi si coltivava la preziosa pietra di Luserna


Un caffè sospeso

La chiamata dei Vigili del Fuoco arrivò nella mattinata di una fredda giornata di gennaio quando Massimo fu ritrovato riverso sul bordo di una vasca che conteneva residui di vernici. Massimo lavorava alla pulizia con cloruro di metilene; i vapori inalati determinarono un avvelenamento acuto causando la sua morte.