Esperienze e buoni esempi

 

Selezione :
» Tema : Salute mentale

Montagnaterapia e salute mentale: un progetto sui territori di Fossano, Savigliano e Saluzzo

Le attività in cui la montagna è protagonista hanno valore terapeutico, riabilitativo, educativo, preventivo specialmente per i soggetti più fragili, se vissute attraverso il cammino e in una dimensione di gruppo. È l’idea innovativa del progetto del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl CN1.


Progetto "Fenice": Demenze a esordio precoce e advocacy

Il progetto si rivolge a persone con diagnosi di demenza a esordio precoce (ovvero ricevuta prima dei 65 anni) e rispettivi partner.


L’attività prevede:


1) Percorso con attività sul territorio. Creazione di due gruppi di supporto emotivo e psicosociale, uno per la persona che ha ricevuto la diagnosi e l’altro per il rispettivo partner-caregiver. L’iniziativa è progettata per aiutare i partecipanti a:



  • Rafforzare un senso di auto-efficacia, autonomia personale e benessere nella vita quotidiana.

  • Aderire a una rete sociale di supporto con la quale affrontare il cambiamento in atto e le decisioni associate alla malattia.

  • Coltivare un atteggiamento resiliente e proattivo che aiuti ad affrontare meglio sfide e opportunità nel lungo periodo.

  • Conservare un ruolo attivo nella propria rete sociale e sensibilizzare la comunità di appartenenza rispetto ai temi legati alla propria realtà.

  • Ridurre il senso di smarrimento e di solitudine.


2) Percorso di supporto psicosociale con attività online.


3) Webinar multidisciplinari.


EAAD Best, il Progetto europeo per la prevenzione del suicidio adottato dall’AslTo3

Secondo gli psichiatri, la pandemia da Covid-19 porterà a un incremento dei disturbi psichiatrici e a un aumento della mortalità per suicidio. Per fare fronte in modo efficace a questa vera e propria emergenza sanitaria, dal mese di aprile 2021, è attivo sul territorio del Distretto Area Metropolitana Centro dell’AslTo3  EAAD Best, European Alliance Against Depression che coinvolge il Dipartimento interaziendale di Salute Mentale.


Seconda fase della pandemia: quali sono i bisogni e le opportunità di salute mentale che emergono?

Dors ha seguito il 9 aprile il webinar organizzato dal PRO.M.I.S. Programma Mattone Internazionale Salute su “Salute mentale ed emergenza sanitaria da COVID-19: bisogni ed opportunità emersi nella seconda fase della pandemia”, per presentare i risultati di studi e ricerche rivolte alle categorie più a rischio, quali anziani, giovani, personale medico, persone con problemi pregressi di salute mentale.


Buone prassi locali a supporto della salute psicologica e sociale della popolazione durante la pandemia: il webinar dell’OMS Europa

Il 16 marzo 2021 l’OMS Europeo ha organizzato un webinar per analizzare e condividere alcune azioni implementate in alcune città italiane per rispondere ai bisogni psicologici e sociali della popolazione, in particolare per i gruppi maggiormente vulnerabili, durante la pandemia di COVID-19. Ecco il resoconto di DoRS che ha partecipato in qualità di uditore.


Un progetto europeo per promuovere la formazione nelle demenze

 Il progetto, in partnership con il progetto europeo Move your Hands for Dementia, coordinato dall’Azienda Sanitaria Locale TO3 di Collegno (To), ha come obiettivo la realizzazione di nuove risorse di alfabetizzazione sanitaria per migliorare l’informazione e la formazione sulle demenze e promuovere i valori alla base delle comunità amiche della demenza. Valori che auspicano una società non solo più inclusiva ed equa nei confronti delle persone con demenza ma anche in grado di valorizzare le loro risorse.


A livello operativo, il progetto prevede la progettazione e realizzazione di tre importanti strumenti di formazione e crescita rivolti a varie comunità e stakeholder:



  1. La realizzazione del MOOC (massive open online course, ovvero piattaforma di apprendimento online) “Be connected” che ospiterà un corso online per i formatori degli adulti e fornirà metodologie e strumenti per potenziare l’alfabetizzazione sanitaria degli adulti sulla demenza, in contesti di apprendimento formale e non formale.



  1. Due Comunità di Pratica (CdP): una dedicata agli educatori degli adulti e mirata a condividere risorse per la formazione continua degli educatori degli adulti su cosa significa vivere con una demenza. La seconda CdP sarà dedicata alle persone con demenza, ai loro familiari e caregiver. Sarà uno spazio virtuale dove poter condividere strumenti a supporto dei lori bisogni quotidiani – ad es. percorsi di riabilitazione neurocognitiva, tecnologie assistive, giochi per adulti (gamification).

  2. Linee Guida per i responsabili della formazione degli adulti e per i rappresentanti politici mirate a migliorare le strategie e le politiche educative sostenibili sulla demenza.


(Fonte: Blog Novilunio)


Diario della Salute. Percorsi di promozione del benessere tra i preadolescenti

“Diario della Salute. Percorsi di promozione del benessere tra i pre-adolescenti” è un programma scolastico di promozione del benessere psicosociale e della salute dei ragazzi di 12-13 anni. L’obiettivo è potenziare le capacità emotive e sociali dei ragazzi (life-skills) che svolgono un ruolo di protezione nella prevenzione dei comportamenti a rischio e del disagio adolescenziale.


Il 15 marzo è indetta la “Giornata del fiocchetto lilla” dedicata ai disturbi dell’Alimentazione

Oggi, 15 marzo è la Giornata del “Fiocchetto Lilla”, iniziativa sancita a giugno 2018 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, pensata per dare supporto a coloro che stanno lottando contro le problematiche dei “Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA)”, tra cui anoressia, bulimia, obesità e altre forme ancora nonché per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema. A Torino è appena nata una nuova associazione