Repertorio delle storie di infortunio

Il repertorio raccoglie le storie di infortunio scritte dagli operatori dei Servizi di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro delle Aziende Sanitarie del Piemonte e della Lombardia a partire dalle inchieste di infortunio.
Il simbolo indica che le indicazioni per la prevenzione di ogni storia sono state validate dalla comunità di pratica costituita dagli operatori che ne hanno curato la redazione.

Per approfondire:
- Fubini L, Pasqualini O, Gilardi L, Ferro E, Marino M, Santoro S, Tosco E, Bena , A, Coffano ME. La narrazione degli infortuni sul lavoro come base per il miglioramento delle attività preventive Med Lav. 2016 Maggio 26;107(3):178-90
- Gilardi L, Marino M, Fubini L, Pasqualini O, Ferro E, Santoro S, Tosco E, Bena A, Coffano ME. La comunità di pratica come luogo di prevenzione:il valore della conoscenza collettiva nella sicurezza sul lavoro. Med Lav. 2017 Giugno 28;108(3):222-227.

Prima degli applausi

Luogo: Milano

Data: maggio 2014

Comparto produttivo: spettacolo

Esito: il lavoratore infortunato ha riportato numerosi traumi tra cui la frattura della clavicola e un trauma cranico.

Dove è avvenuto: all’interno di un noto teatro di Milano

Cosa si stava facendo: Luigi, il lavoratore infortunato doveva sostituire un faretto, per lo spettacolo che sarebbe iniziato qualche ora più tardi serviva infatti una luce più diretta. Il faretto era montato su una trave metallica comunemente denominata “americana” che si trovava a sette metri di altezza

Descrizione infortunio: Luigi, per la sostituzione del faretto, si è servito di una scala che lui stesso aveva più volte riparato. Dopo essere salito sulla scala, ha smontato il faretto ed è sceso. Lo ha posato su una delle poltrone delle prime file ed è risalito fino in cima con la lampada da sostituire. Ma, una volta giunto in cima, la scala ha ceduto, ha tentato quindi di aggrapparsi all’americana chiedendo aiuto al regista che si trovava in sala, che è accorso ma non è riuscito a impedire che la scala cedesse definitivamente e Luigi cadesse atterrando con le gambe sulla prima fila di poltroncine e, ribaltandosi indietro, colpisse con la nuca il pavimento del teatro.

Come prevenire: Il settore del pubblico spettacolo è tutt’altro che privo di rischi. Operazioni che agli occhi di un professionista della sicurezza appaiono rischiose non sono percepite tali da chi lavora in condizioni di urgenza e in un contesto artistico. La scala utilizzata non era idonea e non erano stati valutati i rischi connessi con le operazioni da svolgere all’interno del teatro. Era dunque necessario valutare i rischi presenti e organizzare di conseguenza la formazione degli operatori, le procedure di lavoro e la manutenzione delle attrezzature.

Leggi la storia 

Torna all'elenco delle storie