Repertorio delle storie di infortunio

Il repertorio raccoglie le storie di infortunio scritte dagli operatori dei Servizi di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro delle Aziende Sanitarie del Piemonte e della Lombardia a partire dalle inchieste di infortunio.
Il simbolo indica che le indicazioni per la prevenzione di ogni storia sono state validate dalla comunità di pratica costituita dagli operatori che ne hanno curato la redazione.

Per approfondire:
- Fubini L, Pasqualini O, Gilardi L, Ferro E, Marino M, Santoro S, Tosco E, Bena , A, Coffano ME. La narrazione degli infortuni sul lavoro come base per il miglioramento delle attività preventive Med Lav. 2016 Maggio 26;107(3):178-90
- Gilardi L, Marino M, Fubini L, Pasqualini O, Ferro E, Santoro S, Tosco E, Bena A, Coffano ME. La comunità di pratica come luogo di prevenzione:il valore della conoscenza collettiva nella sicurezza sul lavoro. Med Lav. 2017 Giugno 28;108(3):222-227.

Fuori dal tunnel

Luogo: provincia di Novara, Piemonte

Data: autunno 2013

Comparto produttivo: elettricità, gas, acqua

Esito: Ettore è stato colpito gravemente al capo dal coperchio di una turbina: ha riportato una prognosi di 164 giorni mentre Achille, un collega, è stato ferito lievemente a una mano e ad una spalla.

Dove è avvenuto: all’interno di un vecchio mulino dove era stata ricavata una centrale idroelettrica

Cosa si stava facendo: i due lavoratori stavano facendo alcuni lavori di manutenzione su una turbina della centrale: dovevano sostituire un giunto rotante (o distributore).

Descrizione infortunio: Ettore e Achille stavano eseguendo i lavori necessari per arrivare a smontare il coperchio della turbina. Dato il peso elevato, i due lavoratori lo hanno agganciato ad un gancio posto nella parte superiore del tunnel tramite un paranco a catena e poi hanno iniziato a smontare le viti mantenendone 4 avvitate per tenerlo in posizione.

Achille svitava le viti ed era in ginocchio davanti alla turbina e le passava a Ettore che era dietro di lui in piedi. Improvvisamente le quattro viti rimaste si sono spezzate e il coperchio è stato proiettato fuori dalla sua sede colpendo i due operai: Achille che era accovacciato è stato colpito a una mano e alla spalla, mentre Ettore che era in piedi alle spalle del collega è stato colpito al busto e alla testa.

Come prevenire:

I lavoratori infortunati dovevano svolgere delle operazioni di manutenzione sull’impianto, avrebbero dovuto ricevere dal committente il “permesso di lavoro” come definito dalle norme UNI EN 10148 e UNI EN 10449, uno strumento semplice ma efficace per la trasmissione delle informazioni sui rischi delle attività da svolgere.

In tale documento “il committente indica i rischi specifici nell’ambiente in cui l’assuntore dovrà operare e le operazioni preliminari all’esecuzione dei lavori”.

 

Leggi la storia

Torna all'elenco delle storie