Setting Comunità locali

Città amiche dell'attività fisica. Come fare?

La guida si rivolge ai decisori e propone loro un piano di intervento per l’attività fisica, per uno stile di vita attivo e per lo sport nelle città. La versione originale del documento "A healthy city is an active city: a physical activity planning guide" è stata pubblicata nel 2008 dall'Ufficio Regionale per l’Europa dell’OMS (Edwards P, Tsouros AD, a cura di). Dors ripubblica la traduzione italiana della guida di cui è autore.


Buone pratiche cercasi. Il progetto Infanzia a colori ottiene il riconoscimento di qualità

Infanzia a colori è un progetto dell’Asl di Alessandria per prevenire il tabagismo con interventi coordinati e coerenti per la scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado. L’alleanza tra sanità, scuola e comunità è uno dei punti forti del progetto.


Epidemiologia delle violenze in età pediatrica

I minori, insieme alle donne, anziani e disabili, rappresentano fasce di popolazione particolarmente vulnerabili a violenze in ambito familiare, relazionale e di comunità. In Piemonte il fenomeno, seppur sottostimato, è in costante aumento rispetto il passato. Il Serv. Sovrazonale di Epidemiologia ASLTO3 ha avviato una serie di attività legate allo studio del problema come sostegno al programma EU Injury Database e partecipazione al progetto CCM REVAMP.


Interventi sul patrimonio del verde urbano. Una guida per la progettazione partecipata

La pianificazione di ambienti urbani salutari richiede un’attenta capacità decisionale per permettere a tutti i cittadini di vivere in ambienti salutari. Su richiesta dell’Ufficio Regionale per l’Europa dell’OMS, Dors ha curato la traduzione italiana del documento: ‘Urban green spaces. A brief for action” (2017).


Health Design: spazi, arte e partecipazione per la salute

Dors promuove, in collaborazione con altri partner, un seminario sull’Health Design (19 ottobre) in occasione del mese che la Città di Torino dedica all’accessibilità, tema scelto per l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. I luoghi di vita e lavoro, come la scuola, i servizi sanitari e il verde possono diventare luoghi più accessibili e salutari con la partecipazione dei cittadini fin dal momento della progettazione.


Salute Pubblica: potere, empowerment e pratica professionale. Le videointerviste ad autore e curatori

Guarda le videointerviste a Glenn Laverack, autore del libro "Salute Pubblica:potere, empowerment e pratica professionale" e ai curatori della traduzione italiana Claudio Tortone e Norma De Piccoli.


La prevenzione è una questione di consapevolezza: la campagna canadese Preventable

Preventable è una campagna canadese di marketing sociale attiva dal 2009 orientata alla prevenzione dei comportamenti a rischio.
“Occhio alla campagna” è un progetto editoriale Dors che ha l’obiettivo di illustrare le campagne di comunicazione per la salute riconosciute efficaci a livello nazionale e internazionale.


La lettura: una fonte di benessere

Leggere fa bene e influenza positivamente la salute psicofisica. Una recente revisione inglese ricostruisce la mappa dei benefici per vari target di popolazione.


Coinvolgere la comunità per ridurre le disuguaglianze: evidenze e raccomandazioni

La seconda puntata del documento di advocacy sul coinvolgimento della comunità per contrastare le disuguaglianze di salute, pone l'accento sugli interventi efficaci e fornisce suggerimenti e raccomandazioni per accompagnare la pratica.  


Pubblicato il Bando Oscar della Salute, edizione 2018

Giunto all’undicesima edizione, il Premio Nazionale Rete Italiana Città Sane - OMS è rivolto ai piccoli e ai grandi Comuni che hanno messo in campo, nel 2017, i progetti migliori sui temi della promozione della salute nel contesto urbano. Deadline: 13 ottobre 2018.


Il Piemonte contro il bullismo: approvata a febbraio la legge regionale.

Con la legge regionale n. 2 del5 febbraio 2018 il Piemonte si è dotato di uno strumento in più  contro il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo: le  azioni di prevenzione ed educazione sono al primo posto.


Sii attiva/o ogni giorno. Materiali per celebrare il #6aprile2018

Per ‘festeggiare’ la Giornata mondiale dell’attività fisica, Dors ha tradotto il poster e i 10 consigli per essere una donna attiva, realizzati dall’Agenzia di Salute Pubblica della Catalogna. L’Asl TO4 offre inoltre una guida pratica alle principali App per auto-monitorare il movimento quotidiano.


Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia: progressi e criticità attuali

A novembre 2017 è stato pubblicato il 3° Rapporto Supplementare alle Nazioni Unite sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia, redatto da 144 operatori delle 96 associazioni del network. Ne emergono forti diseguaglianze regionali, l’assenza di una visione strategica e il comparire di alcuni passi avanti legislativi.


Quando i Comuni promuovono l’attività fisica. L’opuscolo

Pubblichiamo, in formato opuscolo, il terzo e ultimo capitolo della guida: Quando i Comuni promuovono l’attività fisica. Agli Amministratori locali, l’opuscolo illustra i passi operativi per aderire alla Carta di Toronto e ai documenti d’indirizzo che ne sono conseguiti.


Salute Pubblica: potere, empowerment e pratica professionale

Sono disponibili la prefazione integrale e il capitolo sullo sguardo ai contenuti del libro di Glenn Laverack su Salute Pubblica: potere, empowerment e pratica professionale. Il testo offre un metodo, strumenti e casi sui temi della partecipazione, dell’empowerment e dell’equità, quali valori, temi e strategie centrali e prioritarie nel Piano Nazionale della Prevenzione e nella policy europea Salute 2020.


Dall'ascolto all'azione: DoRS al convegno finale del progetto Argento Attivo – vivere bene oltre i sessanta

L’11 dicembre 2017 si è svolto a Torino l’evento conclusivo del progetto nazionale “Argento Attivo – Vivere Bene Oltre i Sessanta”, in cui sono state presentate le attività e i risultati del progetto finanziato per due anni dal Ministero della Salute nell’ambito del programma CCM 2015, che ha coinvolto altre 4 Regioni italiane: il Piemonte (capofila), Marche, Sicilia e Veneto.


A Porto un convegno sulle risorse per il benessere collettivo promosse dalle pratiche performative artistiche

La difficoltà di pensare e agire in maniera partecipata alla costruzione di una comunità locale che promuova benessere è una questione cruciale: le pratiche artistiche e quelle teatrali possono aprire nuovi varchi di azione sociale collettiva ?


Le malattie muscolo scheletriche e il monitoraggio dell’attività muscolare mediante tecniche di elettromiografia di superficie

Sono disponibili i materiali presentati al seminario che si è tenuto il 26 gennaio 2018 relativo alle tecniche di elettromiografia non invasiva nella prevenzione delle malattie neuromuscolari.


È on line la guida: Quando i Comuni promuovono l’attività fisica

Questa guida è stata scritta per i decisori, con i decisori, perché aderiscano ai principi e al modello d’azione proposti da La Carta di Toronto per l’attività fisica. Il documento descrive azioni, vantaggi, strategie sperimentate da Comuni che hanno già intrapreso questo percorso.


Come si promuove la critical health literacy degli anziani nel setting comunità?

Che cosa si intende per Critical Health Literacy? Perché è importante per la salute e il benessere? La comunità può contribuire al suo sviluppo e sostegno all'interno dei gruppi più vulnerabili come gli over 65? Dors traduce e sintetizza un recente studio pubblicato sul BMC Public Health che relaziona gli interventi basati sulla comunità con lo sviluppo dell'alfabetizzazione critica alla salute degli anziani.


Quando i Comuni promuovono l’attività fisica

I progetti realizzati e i vantaggi ottenuti, raccontati da alcuni Comuni che hanno aderito alla Carta di Toronto per l’attività fisica. La guida, realizzata da Dors per il Piano di Prevenzione della Regione Piemonte 2014-2018, è per decisori e professionisti. Presto on line la versione completa.


Centro Donna: in rete contro la violenza

Il Centro Donna nasce da una progettazione condivisa tra l'Associazione Arci Valle Susa e la Città di Collegno, con l'obiettivo di creare un luogo per dare ascolto, sostenere e accompagnare il malessere e le difficoltà quotidiane delle donne, in cui portare il disagio relazionale ed emozionale, trovare informazioni e poter agire in tutela dei propri diritti.