Coronavirus SARS-CoV-2: dove trovare informazioni attendibili

 

L’epidemia di Covid-19 è stata dichiarata pandemia dall’OMS lo scorso 11 marzo. Noi però stiamo affrontando anche un’infodemia, ossia un’epidemia globale di disinformazione, diffusa rapidamente attraverso piattaforme di social media e altre svariate fonti informative che rappresenta anch’essa un serio problema per la salute pubblica.

 

Dors mette a disposizione un’area dove potete trovare:

 Il Piemonte per il Covid-19

 link alle principali fonti informative in Italia, nel mondo

 dati, documenti, articoli e rassegne di letteratura scientifica nazionali e internazionali

 strumenti, metodi, buone prassi e risorse educative

 approfondimenti su temi specifici attraverso articoli inviati con la nostra newsletter mensile

 

Il pubblico a cui ci rivolgiamo è rappresentato da operatori sanitari, in particolare quelli della prevenzione e della promozione della salute, operatori sociali, operatori della scuola: tra tutte le informazioni e le risorse disponibili selezioniamo quelle che riteniamo più utili alle loro attività.

Abbiamo aperto una pagina Facebook per la comunicazione con i cittadini con lo scopo di aiutare a distinguere tra fake news e notizie accreditate. Abbiamo inoltre dedicato una sezione del nostro canale Youtube al tema del Covid-19 per offrire una selezione di video facilmente fruibili dai cittadini, sia in italiano, sia in inglese.

 

NEWS IN EVIDENZA IL 28/03/2022

Gli ultimi documenti e materiali che vi proponiamo

Cosa pensano i ricercatori dell'allentamento delle restrizioni anti-covid? Molti Paesi stanno allentando le restrizioni imposte a partire dal 2020 per contenere la diffusione della pandemia di covid-19, tra cui i regolamenti dei viaggi, degli eventi sociali, l'uso della mascherina e il distanziamento. Questi cambiamenti stanno suscitando reazioni diverse negli scienziati. La riduzione dei tassi di infezione e gli studi a conferma della minor gravità della variante Omicron spingono i politici verso un atteggiamento "rilassato" rispetto alle regole anti-covid (Regno Unito, Polonia, Islanda, ecc).


COVID-19 AUMENTA DEL 25% I CASI DI ANSIA E DEPRESSIONE: un campanello d’allarme per tutti i paesi per rafforzare i servizi ed il supporto per la salute mentale. Secondo un documento pubblicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nel primo anno della pandemia di Covid-19 la prevalenza globale di ansia e depressione è aumentata del 25%.   


L'impatto di Covid 19 sulla mortalità generale. ISTAT e ISS hanno pubblicato il settimo rapporto sull’impatto di Covid-19 sulla mortalità totale della popolazione italiana, che ha stimato un eccesso del 16% nel 2020 e del 10% nel 2021 rispetto ai decessi attesi sulla base dei cinque anni precedenti alla pandemia.
L’eccesso di mortalità è considerato uno degli indicatori più sintetici dell'impatto della pandemia su un paese. Quantifica non solo le vittime dirette dell’infezione, ma anche tutti coloro che sono morti per le conseguenze indirette dell’infezione, per esempio l’abbassamento del livello di assistenza sanitaria causato dal sovraccarico dei sistemi di cura, in particolare degli ospedali."  


COVID-19 e stato emotivo in epoca perinatale: uno studio sulle utenti dei Consultori Familiari cosa vuol dire diventare madre durante la pandemia? Le evidenze scientifiche internazionali riportano più frequenti sintomi di ansia, depressione e disagio psicologico fra le donne in gravidanza e dopo il parto rispetto all’atteso e sottolineano la necessità di rendere disponibili interventi adeguati a supportare questa popolazione. Per questo motivo è stato organizzato lo studio “COVID-19 e salute mentale perinatale: impatto del COVID-19 sul vissuto e lo stato emotivo in epoca perinatale delle donne in contatto con i Consultori Familiari (CF)”, che si è svolto tra il 2020 e il 2021 con il coordinamento dell’Istituto Superiore di Sanità.   
    
Public mental health: required actions to address implementation failure in the context of COVID-19. In questo documento sulla politica sanitaria, si raccomandano una serie di azioni per migliorare la copertura degli interventi di Public Mental Health (PMH) che si traducono in ampi benefici sanitari, sociali ed economici. Tali azioni sono ancora più importanti durante la crisi del COVID-19, che rappresenta un'opportunità chiave per sfruttare il crescente interesse delle persone e dei governi per la salute mentale della popolazione. I vantaggi economici degli interventi PMH rendono anche la pratica PMH una parte fondamentale dello sviluppo economico sostenibile.