Modello demografico

Versione 2 - Luglio 2013

Alessandro Migliardi e Umberto Falcone, DoRS
 

 

Una relazione è un testo di carattere prevalentemente tecnico, in genere strutturato secondo un formato comune, spesso codificato in modo da facilitare la lettura e la comprensione del suo contenuto informativo.
Sempre più spesso le argomentazioni vengono corredate di dati statistici, inseriti nel testo oppure raccolti in tabelle o illustrati attraverso grafici.
Qualunque sia lo scopo o l’oggetto della relazione, è opportuno progettarla accuratamente, presentare il materiale e le argomentazioni in modo ordinato, attingere a fonti validate e utilizzare un linguaggio semplice e chiaro.

Il modello proposto intende fornire uno schema per la produzione di relazioni demografiche, utili alla costruzione di profili della struttura demografica della popolazione a diversi livelli territoriali (comune, distretto sanitario, ASL e provincia).

L’intento è quello di offrire uno strumento di lavoro per la costruzione degli indici demografici e per l’individuazione delle fonti informative certificate e di qualità alle quali attingere, seguendo un percorso guidato che permette di restituire risultati uniformi e comparabili tra diversi territori.

La logica del confronto rappresenta il filo rosso di questo modello, privilegiando sia la dimensione geografica (con comparazioni tra territorio individuato e area di riferimento), sia quella temporale (evidenziando l’andamento nel tempo del fenomeno indagato).

Il modello è stato aggiornato in occasione dei 15 anni di Dors e si articola nei seguenti materiali:

Un prototipo di relazione demografica contenente i 15 indicatori di carattere socio-demografico utilizzati. Attraverso un percorso guidato, aiuta a comporre il rapporto.

Un fascicolo esplicativo dei 15 indicatori utilizzati che offre per ognuno:
- la definizione formale dell’indicatore
- la formula di calcolo
- la guida alla lettura dell’indicatore evidenziando i suoi vantaggi e limiti
- un esempio di utilizzo
- le fonti informative cui attingere per il calcolo dell’indicatore con l’indicazione dell’arco temporale per il quale è possibile calcolarlo e il livello di granularità geografica ricavabile.
Inoltre il fascicolo riporta le schede descrittive delle fonti informative necessarie per il calcolo degli indicatori proposti.

Un suggerimento per una lettura sintetica del profilo demografico emerso attraverso la redazione della relazione demografica, con la restituzione di un cruscotto indicativo del livello di ‘vivacità demografica’ espresso dal territorio in questione.

Una applicazione del prototipo in cui si è utilizzato il modello per predisporre la relazione demografica relativa al distretto sanitario della Val Chisone e Germanasca dell’ASL TO3.

Alcune tabelle statiche contenenti informazioni non direttamente reperibili dalle fonti informative indicate, ma che risultano indispensabili per la costruzione di alcuni indicatori.

Un elenco delle fonti informative (già riportato in allegato al fascicolo esplicativo) a cui attingere con l’indicazione della denominazione della fonte, dell’ente produttore, del formato, della modalità di accesso e del livello di granularità territoriale.

L’utilizzo della tecnologia ‘html’ e dei collegamenti ipertestuali facilita l’utente nella composizione della relazione demografica, favorendo l’uso e l’integrazione dei diversi materiali forniti.

Un sistema di assistenza a distanza (via posta elettronica) completa il percorso guidato alla realizzazione della relazione demografica.


Le attività sono state sviluppate nell’ambito dei progetti di ricerca sanitaria finalizzata anno 2007 (PROGETTO: Un modello per la redazione di relazioni sanitarie e profili di salute a livello subregionale: la definizione della sezione demografica CODICE FILONE TEMATICO B2: Le relazioni sanitarie e le relazioni sullo stato di salute).
 
 

MATERIALI SCARICABILI

» Fascicolo Esplicativo
» Tabelle statiche
» Fonti informative
» Applicazione del prototipo
» Prototipo di relazione demografica
» Cruscotto della vivacità demografica