Due nuove storie di infortunio dalla Lombardia
Redazione DoRS

L’albero ed io è la storia di Dionigi, un operaio cinquantenne che perde l’avambraccio destro mentre sta pulendo l’albero di un miscelatore di vernici. Una storia in cui consuetudini  lavorative pericolose accettate e praticate da tutti hanno come conseguenza un infortunio molto grave.

Quel mattino di nebbia racconta di un infortunio avvenuto in un’ azienda che commercializza solventi. Sergio e Giuseppe stanno svuotando l'autocisterna travasando il solvente in cisternette. La giornata nebbiosa, l’atmosfera carica di nebbie di solventi e un probabile innesco nelle vicinanze causano un incendio che investe i due lavoratori.

 

Vai al repertorio delle storie di infortunio

-