Volo d’Angelo: una nuova storia di infortunio
Redazione DoRS

A volte si fanno cose sbagliate per i motivi giusti, questa storia può esserne un esempio. 

Angelo un ragazzo di 19 anni neodiplomato perito agrario, figlio di agricoltori lavora da qualche mese presso un’azienda agricola vicino a casa. L'aziende appartiene a Maddalena, una signora già in là con gli anni che devolve quasi tutti i proventi della sua attività per finanziare progetti in paesi in via di sviluppo.  Angelo e altri due collaboratori sono impegnati a riparare il tetto del capannone utilizzato come magazzino e officina per l'azienda agricola. Ci lavorano per qualche giorno, ma ad un certo punto Angelo rimane da solo, vuole continuare il lavoro perché è un ragazzo capace, volonteroso, ma l’inesperienza e forse il “cattivo buon esempio” gli sono fatali.

Questa storia è la quarantaduesima  aggiunta al repertorio delle storie di infortunio, nel quale sono raccolte le storie scritte dagli operatori dei servizi di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro che hanno partecipato al progetto “Dall’inchiesta alla storia: costruzione di un repertorio di storie di infortunio sul lavoro”.

Vai al repertorio delle storie di infortunio , leggi direttamente la sintesi della storia o la  storia completa  “Volo d'Angelo”.

-