Farò del mio meglio: la storia di un infortunio avvenuto in una fonderia di alluminio
Redazione DoRS

Masil lavorava in quella fonderia da quattro anni, quel giorno era stato incaricato di disimpilare il "castello" una struttura metallica che serviva per movimentare i cilindri metallici di alluminio prodotti dall'azienda.
Per fare questa operazione Masil era entrato in un'area pericolosa  e aveva cominciato a rimuovere i distanziali ovvero delle barre metalliche che serviviano a dare stabilità ai telai che componevano il "castello".

A causa dell’equilibrio instabile del telaio, a seguito di una modesta perturbazione  probabilmente generata dal lavoratore, le due traverse più in alto sono crollate ed hanno investito Masil causandone la morte immediata.


-